Sessismo, minacce di querele e un'indagine: parla Pellegrini ed esplode il mondo del nuoto

La "Divina" contesta la vittoria di Morini come "miglior allenatore dell'anno". Poi le allusioni sessuali del figlio tecnico contro l'azzurra e la rabbia di Paltrinieri

Redazione Tiscali

Tutta colpa di un premio. Nel mondo del nuoto esplode la polemica per un commento sessista rivolto all'icona del nuoto femminile Federica Pellegrini e ora nonostante le scuse e i tentativi di pace la Procura della Federnuoto ha aperto un'indagine. Tutto ha avuto origine con l'assegnazione del premio "Castagnetti" a Stefano Morini, tecnico del campione emiliano Gregorio Paltrinieri. Morini era uno dei tre finalisti dell'Award 2017 insieme a Matteo Giunta e Christian Minotti.

Pellegrini e la mancanza "di meritocrazia"

La decisione della giuria (Giunta si è dovuto accontentare del secondo posto) non è stata condivisa da Federica Pellegrini che sui social ha difeso il suo tecnico che l'ha aiutata a conquistare la medaglia d'oro nei 200 stile libero ai Mondiali di Budapest e denunciato la mancanza "di meritocrazia". "Mi dispiace un sacco che questo premio non vada a te Matteo che sei riuscito in questa impresa e oltretutto hai fatto migliorare di un secondo e mezzo Luca Pizzini! Ora abbiamo la certezza di come funzionano queste votazioni! Va bene ci sta! Ma per me e per il tuo gruppo sei tu l'allenatore dell’anno! Complimenti Matte", ha scritto su Instagram l'azzurra.

Paltrinieri: "Parole poco rispettose" 

Greg Paltrinieri non ha gradito e si è schierato al fianco del tecnico vincitore criticando le "parole poco rispettose" della "collega". "Questo è un premio federale, non l’Oscar - ha detto Paltrinieri -. Capisco il desiderio di sostenere gli indubbi meriti del proprio tecnico, ma non lo si deve fare screditando il lavoro degli altri. È chiaro che Federica è brava, è forte, ma ripeto, si tratta di un premio, non è niente di che, non doveva prenderla sul personale, su queste cose bisognerebbe volare alto".

Morini jr. e la "posizione alla pecorina"

Immediata e decisamente pesante anche la replica di Tommaso Morini, figlio del coach vincitore. Parafrasando Pellegrini, Morini Jr scrive: "Sei tu Matte il mio pene dell'anno". E poi rincara la dose facendo un riferimento alla "posizione alla pecorina" della "Divina" e a una presunta relazione tra la Pellegrini e Giunta . "Raramente ho ricevuto offese sessiste e mai da persone così 'vicine'...per una donna è veramente brutale!", ha scritto la Pellegrini.

La Federnuoto ha avviato un'indagine

Tommaso Morini si è scusato sempre via social, affermando di aver agito preso dalla rabbia per gli attacchi al padre e sostenendo di aver telefonato al coach della Pellegrini, Matteo Giunta, e si essere pronto a farlo anche con Pellegrini. Ma la Procura della Federnuoto ha avviato un'indagine. Il presidente della Fin, Paolo Barelli, invita tutti a chiudere la polemica e soprattutto a fermare "l'escalation di volgarità". "E' stata aperta un'indagine per valutare eventuali responsabilità di tesserati relative a una vicenda che lede l'immagine del nuoto", spiega il n.1 federale. Il direttore tecnico della nazionale, Cesare Butini, attacca direttamente Morini jr. "Ne risponderà in prima persona - afferma -. Noi saremo intransigenti, perché vogliamo salvaguardare il buon nome della Federazione e degli atleti".