Il dramma di Elena Fanchini: "Mi fermo per un tumore, ma non mi arrendo e tornerò a sciare"

A quattro settimane dalle Olimpiadi in Corea del Sud, la discesista azzurra ha deciso di sospendere l'attività agonistica per problemi di salute

TiscaliNews

"Mi devo fermare, ho un tumore". Il dramma di Elena Fanchini è racchiuso in queste parole. La discesista azzurra ha deciso di sospendere l'attività agonistica mentre mancano solo quattro settimane dalle Olimpiadi invernali in Corea del Sud. Gli accertamenti clinici effettuati dalla Commissione Medica della Federsci hanno "evidenziato una neoplasia di basso grado che potrà essere curata''.

"Affronto questa nuova sfida con tanta forza e coraggio"

"Sto effettuando tutti gli esami del caso presso la clinica Humanitas, mi curerò, e la mia intenzione è quella di tornare il prossimo anno a sciare", fa sapere la 32enne azzurra di Artogne. "A tutti é capitato di affrontare momenti difficili, momenti in cui la vita ci mette a dura prova - ha scritto su Instagram -. La vita mi ha messo davanti ad una nuova sfida, una cosa seria per cui sono costretta a fermarmi per curarmi. Non é facile perché penso a tutti i sacrifici, alla fatica, agli obiettivi della stagione, alle olimpiadi e ai miei sogni. Tutto scivola via come pioggia. Questa é la vita, non sai mai cosa può succedere, ma io non mi arrendo, affronto questa nuova sfida con tanta forza e coraggio per tornare più forte e realizzare i miei sogni".

La Fisi: "Aspetteremo il suo ritorno sulle piste"

Elena è la maggiore delle sorelle Fanchini che militano in Nazionale. Vanta nel suo palmarès la medaglia d'argento in discesa ai Mondiali di Bormio del 2005 e due vittorie in Coppa del mondo, sempre in discesa, a Lake Louise e a Cortina d'Ampezzo. "Voglio che Elena sappia che siamo tutti con lei e con la sua famiglia - ha detto nel comunicato il Presidente della FISI, Flavio Roda - e che aspetteremo il suo ritorno sulle piste da sci".