Mondiali, il fallimento dell'Italia è totale

Mondiali, il fallimento dell'Italia è totale
di Sportal.it


Un disastro. I Mondiali d'atletica di Pechino si concludono per gli Azzurri con l'ottavo posto nella finale di salto in alto di Gianmarco Tamberi (stravagante look con mezzabarba), che non è riuscito a superare la misura di 2.29. Si conclude così senza medaglie la spedizione dell'Italia.

 

Il presidente della Fidal Alfio Giomi recita il mea culpa: "Un'analisi più approfondita sarà da fare a freddo, ma lo dicono i numeri: è il peggior Mondiale della nostra storia. Un Mondiale profondamente deludente non solo per i risultati che sono emersi, ma per l'atteggiamento mentale che in troppi hanno avuto. "E' stato un Mondiale senza alcuni dei nostri numeri uno, fermati dagli infortuni, e in cui, a parte poche eccezioni, è mancato quello spirito, quel volersi battere al meglio delle proprie possibilità, che avevo richiesto alla squadra. Molti sono rimasti purtroppo lontani dalle loro effettive capacità e dai loro valori stagionali".

 

"La responsabilità è solo mia, del presidente me l'assumo fino in fondo. La frustrazione di questi giorni è stata grande. Non voglio finire il quadriennio con rimpianti. I conti li faremo all'Olimpiade e nonostante il momento voglio cercare di essere ottimista. Non dobbiamo arrenderci. E' indiscutibile il fatto che questi risultati ci debbano far riflettere perché sono un passo indietro clamoroso rispetto a quanto di buono si era visto fin qui in questa stagione".