Stangata a Pistorius, resta in carcere

Stangata a Pistorius, resta in carcere
di Sportal.it


Mancava davvero pochissimo alla scarcerazione di Oscar Pistorius e all’entrata in vigore degli arresti domiciliari, ma il Ministero della Giustizia del Sudafrica ha intimato l’alt: venerdì l’atleta paralimpico non farà ritorno alla sua dimora, ma resterà sigillato dietro le sbarre.



La concessione dei domiciliari aveva fatto montare la discussione e soprattutto la polemica su Twitter, con tantissimi utenti che sostenevano che la decisione fosse stata presa solo perché Pistorius è bianco, ricco e famoso, ma secondo la legge del Sudafrica godrebbe effettivamente dei requisiti per ottenere la libertà condizionata: buona condotta e un sesto della pena già scontata.



Il 28enne è infatti chiuso in carcere - condannato a 5 anni - per l’omicidio della sua fidanzata Reeva Steenkamp, avvenuta a San Valentino del 2013. La condanna è così ‘leggera’ perché gli è stato riconosciuto l’omicidio colposo e non volontario: il giudice del processo ha creduto alla versione di Pistorius secondo cui avrebbe scambiato la modella 29enne per un intruso e quindi gli avrebbe sparato attraverso la porta a vetro del bagno.



La beffa dei domiciliari negati potrebbe diventare ancora più grande in quel di novembre: all’udienza davanti alla Corte Suprema d’appello la pena potrebbe addirittura essere aumentata.