Reggio Emilia vince ancora, Sassari seconda

Reggio Emilia vince ancora, Sassari seconda
©Sportal.it
di Sportal.it

Continua la rincorsa della Grissin Bon Reggio Emilia, che conferma di aver voltato pagina (4 vinte nelle ultime 5) e supera a domicilio Varese (76-66) agganciandola in classifica dopo un match ruvido e combattuto. Markoishvili (20) e White (17) sugli scudi. C’è a sorpresa il recuperato Chris Wright nel quintetto reggiano che dà subito geometrie e ritmo alle manovre offensive biancorosse. Markoishvili è in palla ma l’Openjobmetis con il tandem Wells-Waller è chirurgica dal perimetro e resta a contatto (14-15 al ’10). I brianzoli schierano una zona che incarta gli schemi di Menetti mentre nell’altra metà campo sfoderano un gioco corale frizzante.



Mussini prova ad aprire la scatola con una tripla ma gli ospiti replicano con alcune buone soluzioni di Ferrero e Avramovic (35-34 al ’20). Gara che va a singhiozzo anche a inizio ripresa. Il tandem USA del backcourt varesino è un enigma per Reggio che però trova ritmo in attacco e prova a scappare con le zampate di White e Della Valle che la portano fino al +9 sul finire di quarto (60-51 al ’30). E’ l’allungo decisivo perché gli emiliani prendono le redini della gara e non le mollano più. Nell’ultima frazione sono le giocate dell’ala ex Knicks e del sempre più convincente Markoishvili a fare mettere le mani della Reggiana sul prezioso successo.



Gli altri due anticipi del sabato sera hanno visto le vittorie di Capo d'Orlando e Sassari. La formazione paladina ha reso amarissimo il debutto di Vitucci sulla panchina di Brindisi (67-66): la squadra pugliese comanda la partita per quasi tutto il secondo tempo, prima di subire la furiosa rimonta dei padroni di casa nel finale, piazzando un parziale di 12-3 negli ultimi 5 minuti, con il canestro decisivo di Delas e gli errori di Smith e Lalanne negli ultimi secondi. I sardi, invece, salgono momentaneamente al secondo posto in classifica, con il netto successo (88-81) su Pistoia. La partita resta equilibrata per un tempo, poi i padroni di casa scappano con Scott Bamforth e Dyshawn Pierre, rompendo la resistenza toscana.



In collaborazione con basketissimo.com