NCAA, North Carolina è campione

NCAA, North Carolina è campione
©Getty Images
di Sportal.it

E’ una finale dura, tesa, a basso punteggio e con cambi di leadership tecnica ed emotiva a pioggia, ma alla fine con un parziale di 7-0 nell’ultimo minuto e mezzo i Tar Heels di North Carolina vincono il loro sesto torneo NCAA battendo i Gonzaga Bulldogs per 71-65.



C’è da subito una partita nella partita con Williams-Goss e Jackson che si marcano faccia a faccia sui due lati del campo, con il primo a comandare lo scontro per tutti i 40 minuti e Jackson a sparare a salve per ampi tratti del match. Nel finale poi lo scontro sale di livello e prima Williams-Goss con un paio di canestri e poi Jackson con un gioco da tre punti alzano l’adrenalina del match. Dopo aver condotto la sua squadra per un anno intero il leader dei Bulldogs accusa la fatica e si gira la caviglia nell’ultimo minuto, contrattempo che gli costerà la possibilità di prendersi un buon tiro per accorciare sul penultimo possesso del match.



E’ Gonzaga a partire forte e a giocare con grande intelligenza cercando un Karnowski ancorchè falloso in attacco ma prezioso in difesa, ma soprattutto silenziando completamente l’attacco avversario che ha in Berry l’unico in grado di creare qualcosa.

Gli Zags scappano sul +7 e hanno addirittura due triple aperte per mettere la doppia cifra di margine, di cui una con il tiratore principe Mathews. Non cogliere una possibilità con UNC vuol dire condannarsi, infatti sono due falli sul tiro da tre di Berry a ristabilire l’equilibrio.

Se Karnowski fatica, Collins è indubitabilmente una forza della natura, ma i suoi problemi di falli limitano il suo utilizzo da parte di Few che però va alla pausa con tre punti di vantaggio sul 35-32.



Nel secondo tempo North Carolina continua a braccare Karnowski che chiuderà con 1-8 dal campo e limitare Williams-Goss. E’ qui che Hicks e Micks gettano le basi per un finale in volata.

UNC prova a scappare, va anche a +5 negli ultimi cinque minuti, ma i Bulldogs ritrovano Williams-Goss nel momento del bisogno. Sono una sua tripla e uno dei tanti post ups di questa partita a rimettere tutto in discussione. Con i Tar Heels a +1 è Hicks che a 27” dalla sirena segna il canestro più importante della stagione. Si prende la responsabilità, sfida i lunghi avversari in area e appoggia al tabellone il canestro del +3 che fa esplodere il pubblico. Williams-Goss è ovviamente il deputato per la rimonta, ma quella caviglia non gli dà spinta e viene stoppato con il recupero che manda a schiacciare Jackson per il +5. E’ game, set and match, North Carolina.

Dovremo aspettare per avere un italiano campione NCAA, ma la stagione di Rick Fois e dei suoi Bulldogs sarà da ricordare per sempre.

Cala il sipario sulla stagione NCAA.



In collaborazione con basketissimo.com