Internazionali d'Italia Bnl, Impresa Fognini, battuto Murray

Internazionali d'Italia Bnl, Impresa Fognini, battuto Murray
di Askanews

Roma, 17 mag. (askanews) - Impresa di Fabio Fognini al secondo turno degli Internazionali Bnl Bnp Paribas di Roma. Il numero uno azzurro, numero 29 del ranking mondiale, infatti, ha battuto nel match serale il numero uno al mondo Andy Murray in due set con il punteggio di 6-2, 6-4 dopo 1h34' di gioco pareggiando sul 3-3 i conti con i precedenti nei confronti dell'avversario. Fognini è diventato così il quinto italiano della storia del tennis Open a battere un numero 1 del mondo. Sul campo Centrale del Foro Italico, anche Franceso Totti con i compagni di squadra Daniele De Rossi e Stephan El Shaarawy. "Ciano Nina... manca poco poco..." ha scritto sulla telecamera l'azzurro dopo la vittoria, dedicando un pensiero alla moglie Flavia Pennetta che a breve lo rendera' papa'. Agli ottavi, Fognini affrontera' il vincente del match tra il serbo Troicki e il tedesco Zverev. "Sono contento perché finalmente sono riuscito a far conoscere a questo pubblico fantastico il vero Fognini- dice -. Questa è una vittoria con dedica speciale ("Ciao nina, manca poco, poco… ha scritto sull'obiettivo della telecamera; ndr) e speriamo che mi lasci giocare tranquillo ….. Ora però mi voglio godere questa vittoria che dedico a loro. Sento che sto facendo le cose giuste, in allenamento con Franco Davin e in partita. Sono sulla strada giusta". "Sapevo che potevo fargli male. Alle Olimpiadi avevo fatto un buon match ma avevo perso. Stavolta sono stato continuo e concreto per tutta la partita. Conosco il mio limite dal punto di vista mentale ma la 'capoccia' col tempo migliora e poi adesso che diventerò padre non giocherò più solo per me stesso ma anche per qualcuno di davvero speciale". Andy Murray riconosce la superiorità dell'avversario: "Ha cominciato il match in modo molto convincente e io non sono riuscito a fare abbastanza per contrastarlo" - ammette lo scozzese numero 1 del mondo - "Ci sono tante cose che avrei potuto fare meglio"