La finale di Cardiff brucia ancora, Allegri: "Ho pensato di lasciare la Juve"

Il tecnico bianconero confessa: "Ho pensato di presentare le dimissioni il lunedì stesso. Poi ho cambiato idea pensando a Dybala e Buffon

Redazione Tiscali

Tutti sognavano il Triplete, ma il Real Madrid ha mandato in frantumi i sogni di gloria della Juve. La sconfitta per 4-1 con le merengues nella finalissima di Cardiff e la perdita della Champions League hanno lasciato tanta delusione tra i bianconeri. Dopo tante indiscrezioni e smentite sulla rissa negli spogliatoi tra i giocatori, ora Massimiliano Allegri ritorna su quella bruciante sconfitta.  Il tecnico della Juventus ha confessato sul blog americano The Players' Tribune di aver pensato di lasciare i bianconeri dopo una stagione comunque esaltante (vittoria dello scudetto e della Coppa Italia).

"Ho pensato di dover scrivere il mio ultimo capitolo"

"Ho lasciato Cardiff insieme alla squadra e sono tornato in Italia - ha scritto il tecnico toscano -. La sera dopo, a casa, ho dovuto rispondere a una domanda difficile per me stesso: è arrivata la fine della mia esperienza qui alla Juventus? Non posso andare più in là di così con questa squadra? Ho pensato di dover scrivere il mio ultimo capitolo e una parte di me ha seriamente considerato l'idea di presentare le dimissioni il lunedì stesso".

"Ho cambiato idea pensando a Dybala e Buffon"

"La mattina dopo le mie idee erano ancor più chiare - ha proseguito Allegri -. Sono andato in ufficio alle 7, ho preso il mio espresso ed era già iniziata una nuova stagione con nuove opportunità. Un sacco di cose erano già state dette su questa squadra su cosa avremmo potuto e cosa non avremmo potuto fare. Ma poi penso a Paulo Dybala e Gigi Buffon e in un certo modo vedo i simboli di questa squadra. Uno con tutta la carriera davanti, l’altro vicino alla fine dei suoi giorni da giocatori. Uno che vuole dimostrare di essere uno dei più grandi in Europa, l’altro che uno dei più grandi lo è già e vuole finire la sua grande era al top. E ho capito che possiamo levarci di dosso le scorie di Cardiff, ho capito che possiamo fare una grande stagione e ho capito che possiamo rifare una grande Champions League. So cosa ci aspetterà domani mattina. E quella dopo. E quella dopo ancora. So che potremo giocare la prima della Scala (paragone con la finale di Champions League ndr) ancora una volta. E la buona notizia è che ogni anno lo spettacolo è sempre diverso. "