Allegri: "Niente distrazioni con il Benevento"

Allegri: 'Niente distrazioni con il Benevento'
di Adnkronos

Torino, 4 nov. - (AdnKronos) - "Esperimenti non c'è da farne, c'è da vincere la partita. Nel calcio ne ho viste e il Benevento non arriva qui per farci vincere la partita perché siamo la Juventus. Non essere concentrati al massimo sarebbe una prova di immaturità". L'allenatore della Juventus Massimiliano Allegri teme cali di tensione da parte della sua squadra che domani affronterà il Benevento ultimo in classifica. "E' vero che loro al momento non hanno fatto neanche un punto, ed è per questo che ci sono numeri che sono terrificanti, sono pericolosissimi -aggiunge il tecnico bianconero in conferenza stampa-. Quindi dobbiamo stare attenti, dobbiamo fare una partita seria, giusta. Ci saranno alcuni cambi, però nella maggior parte degli undici direi che giocano quelli di martedì". Il tecnico livornese per mettere in guardia i suoi ricorda il pareggio casalingo con il Frosinone di due anni fa e torna addirittura al famoso Roma-Lecce di oltre 30 anni fa: "A noi ci è capitato due anni fa col Frosinone, al 90' eravamo tutti con la testa negli spogliatoi, quelli hanno battuto il calcio d'angolo e abbiamo preso gol. Ma io credo che la partita storica sia Roma-Lecce: i giallorossi contro una squadra già retrocessa, hanno perso lo scudetto in casa. Non sembra ma il rischio è alto, perché poi quando la partita si mette in un verso difficilmente la ribalti. Bisogna andare alla sosta con i tre punti, perché domani la Juventus festeggia i 120 anni di storia e perché poi bisogna ritornare dopo la sosta ancora attaccati alle prime in attesa degli scontri diretti". Contro i sanniti non saranno a disposizione Pjanic e Benatia: "Per quanto riguarda Miralem ha preso una botta martedì e ha un versamento sul muscolo, quindi farà una settimana di recupero e vedremo la settimana dopo la sosta in che condizioni sarà. Per quanto riguarda Benatia, sembrava una botta da niente, ma quando ci sono le botte c'è sempre dietro qualche rischio che siano più gravi del previsto. Ha fatto due mezzi allenamenti e non è a disposizione". Probabile il ritorno in campo dal primo minuto Claudio Marchisio: "Potrebbe anche giocare domani, perché non c'è Pjanic, devo ancora decidere su Khedira. Howedes è convocato e sta bene. Se ci sarà la possibilità di fargli fare uno spezzone lo farà. Ha fatto 40 minuti giovedì nell'amichevole che abbiamo fatto, quindi mi sembra un po' troppo presto. Poi già ne cambio qualcuno, cambiarne molti credo sia sbagliato".