Il Napoli sogna Vidal, ma il cileno rischia di finire presto in carcere

Il centrocampista del Bayern rischia una condanna di 10 anni per un rissa avvenuta in una discoteca a Monaco di Baviera. La difesa di "Re Artù": "Solo disinformazione"

Il Napoli sogna Vidal, ma il cileno rischia di finire presto in carcere
TiscaliNews

A Napoli con Ancelotti? No, il futuro di Arturo Vidal potrebbe essere in un carcere tedesco. "Re Artù", come lo chiamavano i tifosi della Juve, è in cima alla lista della spesa presentata dal nuovo allenatore del Napoli al presidente De Laurentiis. Ma la trattativa con il Bayern Monaco è stata congelata in attesa di capire come andrà a finire il processo al centrocampista cileno.

Rischia dieci anni di carcere per una rissa in discoteca 

L'ex juventino rischia dieci anni di carcere. La procura di Monaco ha chiesto il rinvio a giudizio per Arturo Vidal e suo fratello, accusati di "lesioni corporali". Secondo quanto riportano i media tedeschi (Bild e Spiegel), il clan Vidal sarebbe avrebbe provocato una rissa a settembre del 2017 nella discoteca di Monaco di Baviera, Crown's Club. Vidal avrebbe bevuto e poi importunato alcune persone nella discoteca prima di scatenare una rissa con la security.

Vidal attacca la stampa: "Solo disinformazione"

"Re Artù" ha commentato indirettamente la notizia scagliandosi su Twitter contro i giornalisti "poco informati" (periodistas desinformados).  "Sono pieni di rabbia per quello che ho raggiunto - ha cinguettato Vidal -. Ma io ho ancora molto da dare e la vita è lunga. Andare avanti è l'unico modo per essere felici".

L'infortunio al ginocchio e le voci di mercato

Arturo Vidal è reduce da una stagione di alti e bassi, culminata con l'infortunio al ginocchio destro. Si era fatto male durante un allenamento prima della semifinale di Champions League contro il Real Madrid. Aveva subito un infortunio all'inizio di aprile allo stesso ginocchio. Il cileno è stato operato e ora sta recuperando. Vidal si sarebbe offerto alla Juve, prima di finire nel mirino del Napoli.