Bernardeschi: ''Mentalità è la nostra arma in più''

Bernardeschi: ''Mentalità è la nostra arma in più''
©Getty Images
di Sportal.it

E' stato sicuramente un 2017 da ricordare quello di Federico Bernardeschi. Il classe '94 di Carrara ha rilasciato una lunga intervista a Sky Sport in cui ha ripercorso il suo anno condito dal passaggio dalla Fiorentina ai bianconeri: ''Il 2017 ha ricordi indelebili. Una parte di essi riguarda lo scorso campionato con i viola in cui disputai una grande stagione che mi ha permesso di arrivare alla Juventus. L'altro, indelebile, è stato il calore che i tifosi bianconeri mi hanno riservato al momento del mio arrivo''.



Un arrivo che ha reso felice il suo conpaesano Buffon: ''Quando sono arrivato qui Gigi era molto contento e la prima cosa che mi ha detto è quella di rimanere tranquillo. Io sto prendendo tutti i suoi consigli giorno dopo giorno perchè il suo passato parla da sè e anche se non parla noi seguiamo il suo spirito. Allegri, allo stesso tempo, mi dice più o meno le stesse cose e io sto cercando di dare del mio meglio e sfruttare le occasioni che mi sta dando allenandomi sempre al massimo''.



Un focus sul lavoro che ha impresionato il diretto interessato: ''La mentalità vincente della Juventus è l'aspetto che mi ha colpito maggiormente. Quando giochi da avversario lo percepisci ma quando sei qui lo capisci dal primo giorno. C'è una cura dei dettagli e una forte vocazione a vincere. Questa è la differenza con le altre società. La mentalità della Juventus è unica, altrimenti non si spiegherebbero i 6 titoli vinti nelle ultime sei stagioni. E ciò è anche il mio obiettivo per il 2018, ovvero vincere i miei primi trofei con questa maglia''.