L'orso consegna la palla all'arbitro e applaude: l'inutile show che getta tristezza sui Mondiali in Russia

L'orso Tim è sceso in campo prima di una gara di terza divisione, ma tornerà per la partita inaugurale dei Mondiali. Gli animalisti: "Inumano e scioccante"

Codice da incorporare:
TiscaliNews

Un vero orso per promuovere i Mondiali di Russia 2018. L'idea dell'organizzazione russa e la prima uscita ufficiale dell'orso Tim hanno sollevato non poche polemiche. L'orso dovrà consegnare la palla all'arbitro nella partita inaugurale dei Mondiali del 14 giugno a Mosca fra la nazionale di casa, la Russia, e l'Arabia Saudita. Ma una sorta di "prova generale" c'è già stata nella sfida di terza divisione russa fra Mashuk e Angusht Nazran. E le organizzazione animaliste sono insorte giudicando l' apparizione in campo di Tim come uno show  "inumano", "scioccante" ed "estremamente pericoloso".

L'orso Tim consegna il pallone all'arbitro

Ma che cosa è successo nello stadio del Mashuk-KMV a Pjatigorsk? Le formazioni erano già schierate a centrocampo, ma l'arbitro ha atteso l'ingresso a bordo campo di un orso. Non la solita mascotte-pupazzo gigante, ma un orso vero accompagnato dal suo addestratore. Tim ha fatto ingresso sulla pista di atletica dello stadio muovendosi a quattro zampe. Poi si è seduto a bordo campo e ha cominciato a battere le zampe quasi come volesse applaudire. Dopo si è tirato su, ha preso il pallone consegnatogli dal suo accompagnatore e lo ha consegnato all'arbitro, che poi si è diretto verso i giocatori per far cominciare l'incontro.