Castro ribalta la Fiorentina

Castro ribalta la Fiorentina
©Getty Images
di Sportal.it

Vittoria sofferta, in rimonta del Chievo contro la Fiorentina al Bentegodi per 2 -1. I clivensi sono stati bravi a recuperare lo svantaggio firmato Simeone con un doppietta di Castro, non altrettanto i viola che, nella ripresa, hanno sprecato parecchie opportunità per imprecisione o precipitazione. Il Chievo sale a 11 punti, la Fiorentina resta a 7. 



Primo tempo. Fiorentina subito in attacco e subito apre un’autostrada sulla sinistra. Imboccata dapprima da Chiesa (3’), il suo centro viene respinto in affanno dalla retroguardia clivense; quindi al 5’ è Thereau a centrare per Simeone che gira di testa, anticipando tutti e realizzando il vantaggio viola. Il Chievo abbozza una reazione: Birsa in profondità per Inglese, pronta la battuta dal limite, palla sull’esterno della rete. Ma sono i ragazzi di Pioli a costruire un’altra, golosa occasione per raddoppiare, buon per il Chievo che Simeoni sia egoista nell’azione, facilitando la presa di Sorrentino. La compagine di Maran subisce le giocate in profondità della formazione viola ma comincia a conquistare metri. Inglese ha un’opportunità d’oro ma la spreca, cincischiando troppo prima di battere debolmente. 25’: Birsa centra dalla sinistra, la palla viene arpionata da Castro, controllo e rasoterra vincente per l’1 a 1. 30’: Birsa vola in area viola, nessun contrasto falloso. Sull’altro fronte, angolo viola, nulla di fatto. Si prosegue in perfetto equilibrio fino al 40’ quando Simeone si ripropone con un preciso stacco indirizzato sul palo più lontano, stavolta Sorrentino si supera, deviando in angolo. La gara è briosa, ben giocata, aperta ad ogni risultato. Benassi si fa spazio sulla sinistra e centra basso, nessun compagno è pronto a centro area per la deviazione vincente. Un minuto di recupero e tutti negli spogliatoi.



Secondo tempo. Inizio di ripresa ed è subito Chievo (3’): centro dalla sinistra di Hetemaj, ancora sul secondo palo Castro, stavolta il suo (imprendibile) colpo di testa s’infila in rete per il 2 a 1 del Chievo. Ancora dal cielo arrivano i pericolo per i viola: stacco di Gamberini, buon per Sportiello che sia centrale e di facile presa. Sull’altro fronte la Fiorentina reagisce con veemenza: Benassi e Biraghi concludono pericolosamente. Stesso copione al 10’: stavolta è Sorrentino a ringraziare l’imprecisione sottomisura di Simeone. Pioli inserisce Thereau per Saponara, sull’altra panchina Maran studia contromisure mentre la Fiorentina mette alle strette la retroguardia clivense. 17’: dentro Depaoli per l’esausto Tomovic. 21’: azione da manuale Hetemaj-Castro-Birsa, conclusione centrale, Sportiello c’è. Maran inserisce Cesar per l’acciaccato Gamberini. La Fiorentina dà fondo alle ultime energie, dalla panchina clivense richiamano Birsa per Bastien, Pioli inserisce Babacar per Benassi. Fiorentina sempre nella trequarti clivense mentre i padroni di casa ripartono in contropiede. Inizio di rissa al 37’: Veretout contrasta fallosamente Pucciarelli che reagisce: ammoniti entrambi. Nel finale prima Babacar e per due volte Biraghi calciano alle stelle buone opportunità. Quattro minuti di recupero, Fiorentina sempre avanti, Chievo in sofferenza fino al triplice fischio: Chievo-Fiorentina 2-1.