Florenzi spiritato: "Pronti a morire in campo"

Florenzi spiritato: 'Pronti a morire in campo'
©Getty Images
di Sportal.it

Alessandro Florenzi è più carico che mai a tre giorni dalla gara d'andata dello spareggio per il Mondiale 2018 contro la Svezia. L'esterno della Roma avvisa gli scandinavi: sarà un'Italia indiavolata.



"Siamo un gruppo affiatato e con un obiettivo comune. Vogliamo dare il 150 per cento per andare al Mondiale. Ognuno di noi sogna di giocare un Mondiale e voglio morire sul campo per giocare quello del 2018".



"Conterà poco il modulo, conterà il modo di affrontare la sfida caratterialmente. Non possiamo non essere pronti, è una gara troppo importante. Sappiamo come giocano, sono una squadra fisica, corta e si muovono insieme. Sono forti anche senza Ibrahimovic, ma noi abbiamo i difensori più forti del mondo e non dobbiamo avere paura di nessuno. Dobbiamo sfruttare le nostre qualità. Siamo certi di fare una grande gara. Non sarà facile ma abbiamo un grande gruppo e su quello sono basate le nsostre vittorie. L'Italia in difficoltà tira fuori il meglio di sé".

Il ritorno di Zaza in Azzurro: "E' stato importante per la Nazionale all'Europeo. Forse c'è stato troppo accanimento nei sui confronti, perché è stata una pura casualità che gli ha fatto sbagliare il rigore contro la Germania. In allenamento li tira sempre sotto il sette. Ora è motivato e ci darà una grande mano".



"Ritorno in Nazionale dopo il grave infortunio? E' un grande orgoglio. Contro la Svezia ci vorrà tanta fame, cattiveria ed esperienza, ma anche i giovani dovranno fare la loro parte. Io sono una via di mezzo. I senatori ci hanno trasmesso quale dovrà essere l'obiettivo comune: andare al Mondiale deve essere il chiodo fisso nella nostra mente".