Juve: 120 anni di storia e tanti campioni. Ma ecco la "top 11" dei fallimenti

Il quotidiano sportivo "Tuttosport" pubblica la lista dei "flop" bianconeri: da Van der Sar a O'Neill senza dimenticare le meteore Anelka, Elia e Bojinov

Redazione Tiscali

"Questo giocatore non è da Juve". Per anni si è sentito ripetere questo ritornello quando il nuovo calciatore tradiva le aspettative. La lista dei campioni che hanno reso grande la Vecchia Signora in 120 anni di storia è lunghissima, ma ci sono stati anche diversi "flop". Il quotidiano sportivo torinese Tuttosport ha stilato la "top 11" dei fallimenti bianconeri. Sono rimasti fuori dalla lista nomi importanti come quelli del bomber gallese Ian Rush, del brasiliano Diego Ribas da Cunha, conosciuto semplicemente come Diego, oppure Marino Magrin, chiamato a raccogliere la pesante eredità di un certo Michel Platini.

 Il portiere Van der Sar e la difesa da incubo

Ma nella lista stilata da Tuttosport non mancano i nomi "pesanti". A partire dal portiere olandese Van der Sar. Arrivò nel 1999 e fu pagato 17 miliardi di lire, ma dopo due stagioni deludenti fu ceduto al Fulham e lasciò il posto a Gigi Buffon. C'è poi il difensore Marco Motta, in bianconero dal 2010 al 2012 e poi di nuovo nel 2013 e 2014. Sempre in difesa ci sono il francese Jean-Alain Boumsong, alla Juve dal 2006 al 2008, il portogehse Jorge Andrade (2007-2009) e il brasiliano Athirson (5 presenza nel 2001-02).

Il talento sprecato di O'Neill e la meteora Elia

Nell'estate del 2000 arriva a Torino dal Cagliari il talento uruguaiano Fabián O'Neill. Un investimento da 18 miliardi di lire fallimentare. C'è poi Matteo Paro, raffinato regista cresciuto nelle giovanili bianconere e protagonista della stagione in B del 2006-2007 ma mai esploso definitivamente. C'è poi la meteora olandese Eljero Elia, mai troppo amato da Conte che lo utilizzò con il contagocce nel 2011-2012.

Trio spuntato con Bojinov, Anelka ed Esnáider

Un trio spuntato per l'attacco. Il bulgaro Valeri Bojinov scelto per riportate la Juve in serie A dopo Calciopoli. L'ex nazionale francese Nicolas Anelka, acquistato nel gennaio 2013 a parametro zero. Giocò solamente 3 partite. Ed infine Juan Esnáider, il bello argentino chiamato a sostituire l'infortunato Alex Del Piero nel 1999.