Koulibaly-Callejon, il Napoli blinda il primato

Koulibaly-Callejon, il Napoli blinda il primato
©Getty Images
di Sportal.it

Il Napoli batte il Verona 2 a 0, salendo a 51 punti e consolidando così il primato in classifica. I partenopei hanno concretizzato la propria superiorità nella ripresa con le reti di Koulibaly (contestata) e Callejon davanti a circa 50mila spettatori di cui 250 tifosi gialloblù in una splendida giornata di sole. Il Verona di Pecchia (espulso sulla rete di Koulibaly per proteste) resta inchiodato al penultimo posto con 13 punti. Ora scatta la sosta di due settimane. Al ritorno in campo Atalanta-Napoli e Verona-Crotone.



Primo tempo. Azzurri subito in avanti, Nicolas deve intervenire su Insigne e Mertens mentre Hamsik, a cui i tifosi partenopei hanno dedicato uno striscione per la fedeltà, non riesce a trovare il fondo. Sull’altro fronte gli scaligeri provano a battere a rete, palla sul fondo. Ci prova anche Kean ma Koulibaly è insuperabile. Callejon centra, Mertens non ci arriva. Ancora lo spagnolo da fuori, palla alle stelle. Il Verona è compresso nella propria metà campo, il Napoli attacca sempre più pericolosamente. Mertens colpisce il palo sottomisura, lo stesso belga prova la girata dal limite: palla fuori. La rete è (ormai) nell’aria ma il tiro a giro di Insigne (24’) finisce fuori di un niente. 30’: Insigne si divora letteralmente l’1 a 0, calciando alle stelle a tu per tu con Nicolas. Ammonito Bessa per un fallo da tergo su Jorginho. Dopo una pausa il Napoli ricomincia a spingere negli ultimi minuti del tempo, costringendo i gialloblù a soffrire per difendere, fin qui, lo 0 a 0. Due minuti di recupero, Mertens prova a sorprendere Nicolas con un tiro che finisce fuori di poco sul secondo palo e tutti negli spogliatoi.



Secondo tempo. Stesso tema tattico ad inizio ripresa. Napoli arrembante spinto dai 50mila del San Paolo. 48’: gran girata volante di Insigne, Nicolas devia in angolo. Quindi, dopo un angolo di Romulo a vuoto, Insigne tenta di sorprendere Nicolas dalla destra, palla sull’esterno della rete. Il Verona difende con tutto l’organico la propria trequarti, i partenopei affondano sulle fasce. Insigne centra per Hamsik, Nicolas sicuro in presa aerea. 57’: prima sostituzione, entra Pazzini per Kean nell’Hellas. Napoli sfortunato al 58’: Insigne colpisce il secondo (clamoroso) legno della partita. 60’ Napoli in rete con Mertens ma c’era il fuorigioco iniziale di Callejon: gol annullato. 65’, angolo per il Napoli: batte Callejon, Koulibaly sorprende la retroguardia ospite e Nicolas con stacco ravvicinato: palla in rete nonostante le vibranti dei calciatori gialloblù per una presenta spinta del difensore azzurro su Caracciolo. Ne fa le spese il tecnico scaligero Pecchia, cacciato dall’arbitro, insieme al suo vice Corrent. Il Napoli continua ad attaccare. Dentro Zielinski per Hamsik, Calvano per Bessa nel Verona. 78’: i partenopei raddoppiano con Callejon, bravo ad infilare Nicolas, correggendo al volo un traversone dalla sinistra di Insigne. 81’: dentro Felicioli per Verde nella formazione scaligera che potrebbe riaprire la gara con Pazzini bravo ad infilarsi nel corridoio centrale, eludendo la retroguardia azzurra, ma la sua conclusione non impensierisce Reina. Nel Napoli entra Maksimovic per Albiol, quindi Rog per Insigne. Tre minuti di recupero e triplice fischio: Napoli-Verona 2-0.