I conti non tornano: il Milan rischia l'esclusione dalle coppe europee

Il giornale sportivo spagnolo "Marca" attacca: "Le carte presentate dalla società non hanno convinto gli esperti dell'Uefa". L'ad Fassone: "Numeri e progetti seri"

I conti non tornano: il Milan rischia l'esclusione dalle coppe europee
TiscaliNews

"Il Milan resterà in piedi, non cadrà nel baratro". L'ad Marco Fassone continua a predicare ottimismo anche in caso di mancata qualificazione in Champions League (i rossoneri sono attualmente settimi in classifica). L'obiettivo resta la conquista della Europa League in questa stagione o la nuova qualificazione per la stessa competizione nel 2018-19. Ma secondo il quotidiano sportivo spagnolo Marca, i rossoneri potrebbero restare fuori dalle coppe europee a prescindere dai risultati sportivi.

Marca: "Le carte presentate non hanno convinto l'Uefa"

"Le argomentazioni e le carte presentate dalla società non hanno convinto gli esperti della federazione continentale - scrive Marca - e ora il Milan, in attesa che si pronunci il comitato di disciplina, teme una sanzione che potrebbe significare l'esclusione dalle coppe europee".

Fassone: "Numeri e progetti seri" 

Il problema è legato alla possibilità di ottenere il "voluntary agreement". "Spero che la Uefa valuti bene il dossier, non basandosi solo sul fatto che il Milan è un grande club, ma anche su numeri e progetti seri. Il peggiore scenario è che la Uefa non sia convinta da piani, proprietà e debiti, e ci rimandi in primavera per la discussione di un normale settlement agreement", aveva chiarito Fassone. Nel business plan il dirigente rossonero ha indicato come obiettivo l'Europa League, "per dimostrare che i conti saranno in ordine anche senza la Champions".