Milan, Montella conferma la svolta

Milan, Montella conferma la svolta
©Getty Images
di Sportal.it

Il tecnico del Milan Vincenzo Montella ai microfoni di Premium Sport commenta soddisfatto la partita contro la Roma, persa 2-0 ma ben giocata dai rossoneri, secondo l'ex Aeroplanino.



"Ero molto più preoccupato dopo la gara con la Samp, lì non mi davo una spiegazione, invece questo match è l'emblema del calcio. I ragazzi devono essere soddisfatti per quello fatto, anche se quando si perde si dorme male. Abbiamo giocato alla pari con la Roma e credo che la strada giusta sia questa. Sono soddisfatto dello spirito visto in campo e anche della qualità del gioco. Faccio fatica a trovare un singolo che abbia fatto male, anche se guardiamo l’avversario: la Roma è una grande squadra e lo sta dimostrando anche quest’anno, ha cambiato pochissimo e ha come l’obiettivo lo Scudetto. Dobbiamo arrivare a far diventare questa sfida uno scontro diretto per la classifica e non solo per il gioco espresso. Abbiamo giocato come piace a me, abbiamo avuto continuità all’interno della partita, non abbiamo segnato ma ci siamo andati vicini, se non fosse stato per una deviazione staremmo parlando di un’altra partita". 



"I giocatori stanno crescendo, vedo la strada più in discesa rispetto a prima. Potevamo migliorare in alcuni movimenti ma di errori in una partita se ne fanno tanti. Poi il calcio è così, il tiro di Dzeko probabilmente sarebbe uscito e invece per una deviazione è entrato".



Preoccupato per la corsa al quarto posto? No, siamo all’inizio, non sono preoccupato e se giocheremo così possiamo recuperare presto il nostro cammino. La Juventus due anni fa dopo molte giornate non era neanche in zona Europa League e poi ha vinto lo Scudetto. Necessari tutti questi acquisti che devono ancora amalgamarsi? Volevamo creare una squadra molto competitiva anche numericamente. Il nostro auspicio è che questi giocatori possano crescere molto e che siano un patrimonio per il futuro del Milan".