La parata, il video sfottò e gli insulti. Donnarumma si scusa: "Non ho niente contro Napoli"

Il portiere del Milan aveva inviato un video ironico allo zio dopo la partita con il Napoli. I tifosi azzurri lo avevano insultato sui social: "Munnezz, feccia"

Codice da incorporare:
Redazione Tiscali

Una parata miracolosa che ha salvato il Milan e che forse ha posto fine ai sogni scudetto del Napoli. Ma Gianluigi "Gigio" Donnarumma non è finito nella bufera per il suo splendido gesto atletico, ma per un video ironico inviato allo zio napoletano. Il portiere del Milan è originario di Castellammare di Stabia e ai tifosi napoletani lo sfottò non è piaciuto. "Zio scusa non l'ho fatto apposta, la volevo levare quella mano ma non ci sono riuscito", aveva detto il portiere rossonero in dialetto napoletano.

 

La rabbia dei tifosi napoletani: "Donnarumma munnezz" 

Ma sui social si sono moltiplicati i commenti contro Donnarumma. "Iett o sang munnezz", uno dei commenti in dialetto. "Devi solo vergognarti, non come portiere ma come uomo", recita un altro commento. C'è poi chi ricorda all'estremo difensore le sue origini campane. "Tu non sei napoletano, sei feccia . Magari se ti rompi un crociato diventerai una persona migliore". "Ricordati le tue origini, ricordati la tua terra nativa". "Sei napoletano e hai un bidone della spazzatura al posto del cuore".

Le scuse: "Non ho niente contro Napoli" 

Una reazione inattesa che ha costretto Gigio a chiedere scusa per chiudere velocemente l'incidente diplomatico. "Sono simpatizzante del Napoli, non ho niente contro Napoli, è la mia città. Io lavoro col Milan e faccio il bene del mio club", ha detto il portiere. In un altro video, pubblicato sulla propria pagina Facebook, ha voluto chiarire l'episodio. "Mi dispiace che abbiate frainteso questo mio video molto personale, che non so come sia uscito. Io lavoro col Milan, faccio il bene del mio club - ha detto Donnarumma -. Quel messaggio era solo uno sfottò in famiglia, con mio zio, uno sfottò che usiamo sempre prima e dopo le partite. Non è niente contro i napoletani, Napoli, nessuno. Era tutto per mio zio, mi spiace che qualcuno abbia pensato male e frainteso le mie parole. Io sono simpatizzante del Napoli, non ho niente contro Napoli, scendo volentieri giù, perché sto bene, è la mia città".