Napoli stanco, il Chievo lo imbriglia

Napoli stanco, il Chievo lo imbriglia
©Getty Images
di Sportal.it

Il Napoli non passa al Bentegodi ma mantiene il primato. Finisce 0 a 0 frutto di una gara che ha regalato poche emozioni. Primo tempo a corrente alternata: Napoli, che ha pagato le fatiche di Champions League, in avanti ma ha creato gioco solo a sprazzi contro un Chievo camaleontico, subito adattato ai partenopei. Stesso tema nella ripresa ma i ragazzi di Maran offrono una prova difensiva impeccabile, imbrigliando la capolista. Il Napoli mantiene il primato salendo a 32 punti; il Chievo a 16 punti. Prossimo turno dopo la sosta per la nazionale: Torino-Chievo (domenica 19 novembre ore 15); Napoli-Milan (sabato 18 novembre ore 20,45).



Primo tempo. Botta e risposta in avvio: Sorrentino ci mette i pugni su uno stacco defilato di Hisaj, risposta immediata affidata ad Hetemaj che conclude, in modo maldestro, fuori. I ragazzi di Sarri, sostenuti da oltre 2mila tifosi, conducono le danze, quelli di Maran si ritraggono a difesa dei propri 16 metri. Al secondo angolo i partenopei impegnano nuovamente l’estremo clivense che spazza con i pugni. Tutto in un minuto al 18’: Gamberini sottomisura spara alle stelle con Sepe, che sostituisce Reina, battuto. Sull’altro fronte Insigne, solita deliziosa conclusione a cercare l’angolo lontano, Sorrentino devia in tuffo. 23’: avvolgente azione partenopea conclusa da Callejon defilato sulla destra: il suo diagonale finisce fuori di un niente. Il Napoli, pur  non riesce a dare continuità alla manovra, alternando pause a momenti di bel gioco. Prova ad approfittarne il Chievo ma, dopo avere costruito buone trame, manca puntualmente nella conclusione. E così si giunge alla mezzora. S’infortuna nella trequarti partenopea il clivense Gobbi, il Napoli prosegue a giocare fintantoché Radovanovic atterra Insigne sulla sinistra ad un paio di metri dell’area del Chievo: ne nasce una zuffa subito sedata. Punizione senza esito. 40’, angolo Napoli, nulla di fatto. Due minuti di recupero e tutti negli spogliatoi.  



Secondo tempo. Inizio di ripresa e stesse formazioni in campo e medesimo tema anche se di occasioni nei primi dodici minuti non se ne registrano. Tocca a Koulibaly avanzare e provare la battuta in mischia, palla puntualmente ribattuta da una retroguardia clivense fin qui impeccabile. Al quarto d’ora Radovanovic veste i panni di…Maradona: gran conclusione da centrocampo, Sepe è bravissimo ad alzare in angolo. Prima sostituzione al 17’: dentro Meggiorini per Birsa. Pronta la risposta affidata a Hysaj che entra in area dalla destra ma il suo tiro è un buffetto per Sorrentino che si ripete, deviando in angolo, l’insidiosa conclusione dalla linea di fondo firmata Insigne (20’). 21’: Sarri inserisce Maggio per Mario Rui nel Napoli. 24’. Gobbi perde inopinatamente palla sulla trequarti, fulminea azione di rimessa rifinita da uno stacco di Hamsik, Sorrentino alza sopra la traversa. Il Chievo non sbaglia una mossa, allora dentro Allan per Zielinski nel Napoli. 30’: Maran inserisce Bastien per De Paoli nei clivensi. Ultima sostituzione nel Napoli: dentro Ounas per Callejon. Il neo entrato si fa vedere subito con un bel passaggio filtrante, facile presa di Sorrentino.



Terza ed ultima sostituzione nel Chievo: dentro Stepinski per Inglese. 41’, due angoli consecutivi per il Napoli, nulla di fatto. 45’: ancora Insigne cerca e trova una splendida conclusione dal lato sinistro dell’area, medesima risposta in angolo firmata Sorrentino. Cinque minuti di recupero: il Napoli in avanti fino al termine, Chievo in sofferenza ma non molla. Finisce qui: Chievo-Napoli 0 a 0.