Il presidente va a letto con l'attaccante, poi spuntano le foto e gli strappa il contratto

Bufera nel calcio paraguayano. Il giocatore avrebbe ricattato il suo presidente per essere ceduto, ma dopo il rifiuto sono state diffuse sui social le foto intime

Il presidente va a letto con l'attaccante, poi spuntano le foto e gli strappa il contratto
Redazione Tiscali

L'amore clandestino tra il presidente e il giocatore, il presunto ricatto, le foto sui social e la rottura del contratto. Il calcio minore paraguayano balza alle cronache per la storia del presidente del Rubio Ñú de Luque con l'attaccante della sua squadra. La foto che ritraeva Antonio González e il giocatore Bernardo Gabriel Caballero a letto insieme è finita sui social. González ha annunciato di aver strappato il contratto dell'attaccante: "Se credi di prenderti gioco di me, dimenticati di giocare a calcio". Poi ha attaccato duramente Caballero. "Questo giocatore è un un bandito e un truffatore. È venuto in questo umile club per prendere un sacco di soldi".

"Per me Caballero era una persona speciale"

Si è sollevata una bufera sul piccolo club di ed è emersa una storia incredibile. A diffondere la foto compromettente su Facebook sarebbe stato l'agente del giocatore per vendicarsi della mancata cessione di Caballero. In sintesi il massimo dirigente era sotto ricatto. "L'uomo è mille volte più geloso di una donna. Non mi piace essere minacciato", ha detto González. Il presidente ha poi spiegato a Hoy Paraguyan: "Per me Bernardo Caballero era una persona speciale. Sì, era il mio compagno e godeva di ogni privilegio. Ha guidato macchine che mai si sarebbe sognato. Poi improvvisamente ha chiesto di andarsene perché ha incontrato una vecchia pazza". La "vecchia pazza" sarebbe  Valentin, il procuratore di Caballero.