Pecchia gongola e non bada ai fischi

Pecchia gongola e non bada ai fischi
©Getty Images
di Sportal.it

Fabio Pecchia esulta dopo il 3-0 al Milan: "Prima raccoglievamo troppo poco rispetto a quello che mettevamo in campo. Oggi invece abbiamo raccolto il massimo e sono felice. Il Milan è partito bene perché è una squadra forte e noi l’abbiamo un po’ subita. Poi dopo il primo gol ci siamo accesi e più passava il tempo più è aumentata la convinzione di poter fare risultato: sono soddisfatto perché questo è lo spirito giusto. Avevo detto che oggi sarebbe stata una gara diversa rispetto alla Coppa Italia? A Milano abbiamo perso una brutta partita perché avevamo espresso le nostre qualità solo a tratti. E’ una questione di convinzione e di motivazioni. Noi dobbiamo crescere e a volte si cresce anche grazie a delle brutte sconfitte. Oggi ho visto una squadra molto più matura ma dobbiamo già guardare avanti".



L'allenatore del Verona non bada ai fischi: "Qualche tifoso mi ha contestato ancora? Sono pagato perché il Verona l’anno prossimo giochi ancora in Serie A. Questo è l’obiettivo tecnico e societario. Il pubblico ha apprezzato lo spirito della squadra e sono felice. I giudizi sulla  mia persona non devono toccare la squadra Pazzini terzo attaccante? No assolutamente non esistono primi, secondi e terzi attaccanti. Qui c’è un reparto e un gruppo tutto unito e devo gestire al meglio le risorse. Oggi ho fatto determinate scelte ma ho bisogno dell’intera rosa per poter raggiungere l’obiettivo”.