Ufficiale, Gigi Di Biagio è il nuovo ct degli Azzurri

Ufficiale, Gigi Di Biagio è il nuovo ct degli Azzurri
©Getty Images
di Sportal.it

Gigi Di Biagio è il nuovo commissario tecnico della Nazionale italiana, almeno fino a giugno. L'allenatore dell'Under 21 è stato scelto come erede temporaneo di Gian Piero Ventura, esonerato dopo la mancata qualificazione ai Mondiali in Russia.



"A seguito dell'incontro svoltosi oggi nella sede della Figc a Roma alla presenza del commissario straordinario Roberto Fabbricini e del suo vice Alessandro Costacurta - si legge del comunicato - è stato deciso di affidare a Luigi Di Biagio l'incarico di Commissario Tecnico della Nazionale in vista dei due impegni internazionali del prossimo mese di marzo, in programma il 23 contro l’Argentina a Manchester e il 27 con l’Inghilterra a Londra".



Di Biagio, a colloquio con il vice commissario della Figc Billy Costacurta nei giorni scorsi, resterà in carica fino a giugno, ma forse anche oltre. Il suo destino potrebbe dipendere dall'esito delle due amichevoli di lusso. Restano in ogni caso candidati alla panchina azzurra Antonio Conte, Roberto Mancini e Claudio Ranieri, attualmente sotto contratto rispettivamente con Chelsea, Zenit e Nantes.



Il commissario della Figc Fabbricini lunedì mattina si era così espresso sulla questione a Radio Anch'io: "Individuare il prossimo Commissario tecnico della nazionale è la priorità. Il suo sarà piuttosto un ruolo di organizzatore, per valutare il percorso di entrambe le nazionali, chiedendo la sua disponibilità per le partite di marzo e giugno. Con lui parleremo della sua attività primaria in questo momento, del percorso con l'Under 21, un fiore all'occhiello dello sport italiano. Ha un impegno europeo importante, al quale teniamo molto perché può portarci alle Olimpiadi di Tokyo".



"Ranieri non ha nulla in meno di Mancini, ma non dobbiamo entrare in questa ottica. Si fanno nomi in maniera impropria non per il valore in sé delle persone. Claudio Ranieri ha le carte in regola, ma dobbiamo essere molto attenti da un punto di vista procedurale. Ci sono tecnici che hanno dei contratti in essere". 



"O si rendono liberi, altrimenti è difficile chiedere ad una persona di prendere in considerazione il ruolo di c.t. Tanti tecnici dell'attuale campionato italiano potrebbero benissimo essere considerati per questo ruolo, ma sarebbe un clamoroso autogol andare a chiedere la loro disponibilità senza seguire un percorso di regole. Il compito dei contatti è sulle spalle di Alessandro Costacurta, e lui sta agendo in un modo molto riservato ed amichevole".