Squadre più votate all'attacco e qualche rischio. Ecco perché il Var cambierà per sempre il calcio italiano

L'annullamento del goal di Mandžukić contro l'Atlanata un probelma lo pone. Fortuna è capitato contro la Juve, non a favore, se no sarebbe successo un pandemoio. Ma il problema resta. Cioè: quanto si può riavvolgere il nastro della partita per trovare un fallo fatto ma non dato, nel corso di un'azione che poi ha portato al goal?

Squadre più votate all'attacco e qualche rischio. Ecco perché il Var cambierà per sempre il calcio italiano
L'arbitro Antonio Damato chiede il VAR durante Atalanta-Juve
di Giovanni Minoli

Ha cambiato e cambierà sempre di più il gioco e quello che ruota intorno: passioni, violenza, tifo, interessi. Intanto i vantaggi in queste prime settimane di "prova" si sono visti con chiarezza. Vantaggi sociali: le risse tra tifosi sono diminuite dentro e fuori gli stadi, sono diminuite le liti in campo tra giocatori che di fronte alle decisioni della Var si sono quasi annullate, cioè il Var sembra un anestetico contro la violenza grazie alla vera o presunta imparzialità della tecnologia e al tempo impiegato per utilizzarla.

Meno difesa più attacco. Quindi più goal e più spettacolo

Anche il rigore viene sdrammatizzato, si capisce che ne potranno essere concessi di più durante una partita e il gioco ne guadagna perchè sempre più evidente che l'importanza è aver una squadra che faccia piu goal che prenderne meno. Questo, progressivamente, cambierà la mentalità di allenatori  calciatori. In una parola, meno difesa più attacco. Quindi, più goal, più spettacolo. I rischi però sono ancora molti: l'annullamento del goal di Mandžukić contro l'Atlanata un probelma lo pone. Fortuna è capitato contro la Juve, non a favore, se no sarebbe successo un pandemonio.

La Var vale solo per quello che capita in area di rigore?

Ma il problema resta. Cioè: quanto si può riavvolgere il nastro della partita per trovare un fallo fatto ma non dato, nel corso di un'azione che poi ha portato al goal? E' una questione che potrebbe vanificare tutti i vantaggi del Var e innescare recriminazioni infinite e drammatiche. E' un punto chiave che va regolamentato con chiarezza assoluta. Il Var vale solo per quello che capita in area di rigore?

L'eccessivo spezzettamento del gioco è un rischio

E' un'ipotesi, per risolvere il problema; ce ne possono essere altre. Verifichiamole. Anche l'eccessivo spezzettamento del gioco è un rischio che di fronte all'uso invasivo della tecnologia può rendere gli arbitri più garantiti ma anche molto più insicuri e propensi a scaricare ogni responsabilità sulla tecnologia. L'errore, in fondo, è anche parte del gioco e del "pathos" della patita. Se ci affidiamo troppo e solo alla tecnologia il rischio che l'arbitro non sia più l'ultima istanza per le decisioni ma solo una sorta di primus inter pares al momento della decisione. E' un bene o è un male? Il dibattito è aperto. Il Var è un passo avanti ma deve essere regolata bene per aiutare il calcio ad essere più bello e i risultati più giusti.