Ecco perché Zidane ha lasciato il Real Madrid. E arriva l'offerta shock degli emiri

Il tecnico avrebbe avuto un duro confronto con il presidente Perez dopo la vittoria in Champions: "Io ho terminato, prendi in mano tu la squadra"

Ecco perché Zidane ha lasciato il Real Madrid. E arriva l'offerta shock degli emiri
TiscaliNews

"Non sto cercando un'altra squadra. Ho bisogno di un po' di tempo da dedicare a me". Parola di Zinedine Zidane diventato improvvisamente "uomo mercato" dopo il clamoroso addio al Real Madrid. Tante indiscrezioni sul suo futuro: dal ritorno da allenatore alla Juve alla panchina del Qatar in vista del Mondiale di casa nel 2022. Ma in Spagna si discute ancora sulle ragioni dell'addio al Real dopo la vittoria della terza Champions League consecutiva, il record per un allenatore. Secondo quanto riportano i media britannici dietro alle dichiarazioni diplomatiche ("Ho bisogno di qualcosa di diverso") si nasconderebbe un duro confronto con Florentino Perez.

"Io ho terminato, prendi in mano tu la squadra"

Il presidente delle merengues aveva detto: "La sua decisione mi ha colto totalmente di sorpresa, ma non sono riuscito a fargli cambiare idea". Ma la realtà sarebbe diversa. Dopo la vittoria della Champions presidente e allenatore avrebbero avuto un confronto sulla costruzione della nuova squadra. Zidane avrebbe presentato due richieste non trattabili: l'arrivo di Eden Hazard e quello di David de Gea al posto di Keylor Navas. Perez avrebbe detto no agli acquisti ma soprattutto avrebbe difeso il portiere costaricano Navas. Il tecnico francese avrebbe sbottato dicendo: "Io ho terminato, prendi in mano tu la squadra".

Duecento milioni per allenare il Qatar

Intanto i quotidiani sportivi spagnoli hanno dato risalto alla trattativa per portare Zizou sulla panchina del Qatar. Duecento milioni l'offerta per allenare la squadra nazionale in vista del Mondiale che gli emiri organizzeranno nel 2022. Un tweet del magnate egiziano Naguib Sawiris avrebbe confermato la notizia. "Zidane allenerà la Nazionale del Qatar per coppa del Mondo 2022: 50 milioni per ciascuno dei quattro anni", il parere del magnate. Se fosse vera l'indiscrezione, potrebbe stoppare Xavi Hernandez, indicato come ct in pectore della nazionale qatariota e che dopo aver chiuso con la carriera agonistica proprio in Qatar, con l'Al-Sadd, è destinato a diventare ct della nazionale da gennaio.