Da sogno proibito ad affare storico, Ronaldo è della Juve: "Voglio iniziare un nuovo ciclo"

C'è anche già stata una telefonata tra CR7 e Massimiliano Allegri. Il giocatore lunedì sarà a Torino per le prime visite mediche. I dettagli dell'affare

Da sogno proibito ad affare storico, Ronaldo è della Juve: 'Voglio iniziare un nuovo ciclo'
di Stefano Loffredo

L'affare storico e strabiliante che aggiorna i record del calciomercato e ridona splendore al calcio italiano è andato in porto, il sogno di milioni di tifosi bianconeri si è avverato, in contemporanea con l'incubo dell'altra metà di Italia che tifa contro il bianconero. A Torino Ronaldo dovrebbe arrivare lunedì e molti fans dei bianconeri stanno programmando di rinunciare di vacanza pur di esserci in un giorno storico, il primo di Cr7 con la maglia bianconera. Ronaldo ha confermato il suo procuratore chiuderà la carriera a Torino.

Il megacontratto

Cristiano Ronaldo, il fuoriclasse portoghese cinque volte premiato con il 'Pallone d'oro' è della Juventus. Ha firmato per quattro anni e per averlo il club bianconero sborserà 112 milioni di euro: 100 andranno al Real, gli altri 12 per il "contributo di solidarietà previsto dal regolamento Uefa" e gli "oneri accessori". Inoltre, dovrà spendere per l'ingaggio circa 250 milioni, per pagare i 30 milioni netti anni pattuiti.

Le prime parole da bianconero

"E' arrivato il momento di percorrere una nuova strada nella mia vita e per questo ho chiesto al Real di accettare la mia cessione". Così Cristiano Ronaldo in un lunga lettera pubblicata sul sito del Real nel giorno della sua cessione alla Juventus. "Il Real ha conquistato il mio cuore e non smetterò mai di dire grazie: ma ho riflettuto molto e so che è arrivato il momento di cominciare un nuovo ciclo".  L'arrivo del campione a Torino è atteso per lunedì. Verrà sottoposto alle rituali visite mediche.

Il saluto a Madrid

"Questi anni al Real Madrid e in questa città sono stati forse i più felici della mia vita - scrive il campione portoghese subito dopo l'ufficializzazione del passaggio ai bianconeri -. Provo solo enorme gratitudine per questo club, e ringraziare tutti per l'amore e l'affetto che ho ricevuto. Credo però che sia giunto il momento di aprire una nuova fase e per questo ho chiesto di accogliere il mio trasferimento. Chiedo a tutti, soprattutto ai tifosi, di comprendermi. Sono stati nove anni meravigliosi, unici: momenti di emozioni speciali, non potrò mai dimenticare di aver goduto di questo calcio".

Il colpo del secolo

Ad accoglierlo in Italia non ci saranno 70 mila persone adoranti, come è accaduto nel luglio di 33 anni a Diego Armando Maradona allo stadio San Paolo, ma mediaticamente l'impatto sara' ancora maggiore. La serie A vivrà con i riflettori puntati delle televisioni mondiali. Sarà un ritorno all'antico quando la collezione di campioni era al completo: dall'altro Ronaldo a Maradona, da Zico a Falcao, dagli olandesi del Milan di Sacchi ai tedeschi dell'Inter del Trap. Erano i mitici anni 80-90 del pallone quando l'Italia attraeva campioni, i club si imponevano nelle coppe e la serie A veniva ritenuto il campionato più bello del mondo.

La nostra serie A rivalutata 

Ora che il torneo è meno ricco ed è subalterno alla Premier e alla Liga, l'arrivo di Ronaldo è una vetrina unica che porterà benefici a tutti. La Juve, che si impegna economicamente in maniera gravosa per un giocatore di 33 anni, avrà una carta decisiva per il suo assalto alla Champions, oltre al traino del marchio Cr7. Cristiano  Ronaldo ha vinto la massima rassegna continentale cinque volte e in 11 anni ha segnato 120 gol, 18 di più di tutti quelli siglati nello stesso periodo dalla Juventus.

L'acquisto più caro dei bianconeri

Il suo approdo a Torino lo fa diventare il campione più famoso della storia juventina, che pure vanta una serie impressionante di giocatori di talento che hanno segnato varie epoche del calcio. Ma lui ha vinto 5 palloni d'oro (record che divide con l'arci-nemico Leo Messi) e nel pantheon bianconero sono stati nove i trofei conquistati da sette giocatori: tre volte consecutive da Michel Platini dal 1983 al 1985, una volta da Omar Sivori (1961), Paolo Rossi (1982), Roberto Baggio (1993), Zinedine Zidane (1998), Pavel Nedved (2003) e Fabio Cannavaro (2006). Ronaldo è anche l'acquisto più caro della storia juventina, che nel ricambio dei dirigenti si e' sempre segnalata per l'oculatezza degli investimenti, negli ultimi anni anche parametri zero e ricche plusvalenze, e nella collezione di campioni. 

I dettagli dell'affare

Attraverso i propri canali ufficiali, il Real Madrid comunica di aver rispettato la volontà e la richiesta espressa da Cristiano Ronaldo e di aver trovato l’accordo per il trasferimento alla Juventus sulla base di 112 milioni in 4 anni. Al giocatore un contratto quadriennale. Rispetto all'ultimo bilancio disponibile, quello di giugno 2017, l'arrivo di Cristiano Ronaldo potrebbe significare per la Juventus un aumento dei ricavi fra i 100 e i 130 milioni di euro all'anno, a partire dal bilancio 2019-2020. E' la stima del Global Head of Sports di Kpmg, Andrea Sartori. Il titolo in queste ultime settimane è decollato. Dal 2 luglio, quando veniva scambiato a 0,66 euro, all'ultima seduta, quando ha chiuso a 0,898 euro (+5,77%), è balzato del 34,8%, arrivando a capitalizzare 900 milioni, circa 330 milioni in più dall'inizio del mese.

Quanto frutta il suo arrivo

"Da un punto di vista finanziario - spiega Sartori - si tratta di un'operazione molto intelligente e a mio parere sostenibile. Bisogna considerare che ci sarà un incremento dei ricavi da stadio, fra abbonamenti e biglietti, e un incremento delle sponsorizzazioni. Poi ci sono i diritti tv per la Champions, che valgono fra i 20 e i 25 milioni, rispetto alla stagione attuale, se la società arriva almeno ai quarti. Certo, tutto questo sarà influenzato tantissimo dal successo sportivo della squadra, specie in Champions". "Un nome come Ronaldo - ha aggiunto - può aprire alla Juve le porte di un mercato unico. I bianconeri hanno 50 milioni di followers fra Facebook, Instagram, Twitter e Youtube. Ronaldo ne ha 322 milioni". La Juventus partirà il 23 luglio per la tournée negli Stati Uniti: da capire se Ronaldo raggiungerà i compagni in Italia o negli States. C'è già stata una telefonata tra il giocatore ed il suo allenatore Max Allegri.

 

 

 

Il benvenuto dei nuovi compagni 

Tra i neo compagni di squadra alla Juventus uno dei primi a commentare su social l'arrivo di Cristiano
Ronaldo alla Juve è stato Dybala: "Bienvenido @Cristiano! Benvenuto! Bem-vindo", è il messaggio in spagnolo, italiano e portoghese dell'attaccante argentino che pubblica su Instagram la foto di una stretta di mano con CR7. "Benvenuto a Torino, Cristiano". Il saluto arriva anche da Sami Khedira, tedesco della Juve che in passato ha giocato con CR7 al Real. "Abbiamo visssuto grandi giorni insieme a Madrid, non vedo l'ora di tornare a lvaorare con te. Questo è un giorno speciale per la Juve"