In Italia esplode la "Ronaldo mania", ma c'è chi contesta duramente il "colpo dell'anno"

A Torino e Milano è già caccia alla maglietta bianconera di CR7, a Pomigliano la protesta degli ex operai licenziati: "A lui 400 milioni, per noi solo calci"

TiscaliNews

Il ciclone Cristiano Ronaldo si abbatte sull'Italia. La "Ronaldo mania" ha contagiato i tifosi della Juve, ma sono esplose anche le polemiche per quello nche è stato definito il "colpo dell'anno". "Per Ronaldo 400 milioni... Agli operai solo calci nei coglioni", recita un manifesto affisso sul muro di recinzione dello stabilimento Fca di Pomigliano d'Arco dagli ex operai della fabbrica, il cui licenziamento è stato sentenziato dalla corte di cassazione nelle scorse settimane.

Gli operai a CR7: "Noi siamo quelli che ti paghiamo"

Uno degli ex operai, licenziati per aver messo in scena attraverso un manichino il 'suicidio' di Marchionne, indossa una maglia con la foto dello stesso manichino 'impiccato' nel 2014 davanti al reparto logistico di Nola, ma con la testa di Ronaldo e la scritta "400 milioni presi dalle tasche degli operai? No grazie. La faccio finita". "Noi siamo quelli che ti paghiamo", si legge ancora sul manifesto, affisso vicino all'ingresso 2 sul quale campeggia la foto di Cristiano Ronaldo con la maglia della Juventus, e che, secondo i manifestanti sarà pagato con i soldi da destinare invece agli operai.

Caccia alle magliette bianconere di CR7

La febbre da Cristiano Ronaldo sta contagiando tutti. Superlavoro per la stamperie che confezionano le maglie bianconere con il nome di Ronaldo e il numero 7. Dall'ufficialità dell'arrivo di Cr7 alla Juve è una corsa all'acquisto negli store, nell'area dell'Allianz Stadium e in centro, nella pedonale via Garibaldi. Molti clienti indossano subito la maglia mostrandola con orgoglio nel centro cittadino. Anche a Milano lo Juventus Store è stato preso d'assalto dai tifosi bianconeri ma anche dai turisti stranieri per aggidicarsi la maglia del campione portoghese. "Se non vinciamo la Champions questa volta ci ritiriamo tutti quanti", ha commentato un tifoso all'uscita dal negozio di Corso Europa.