Dybala era già del Barça, ma Messi fece saltare l'affare con la Juve

La "Pulce" chiese al presidente Bartomeu di "non portare avanti l'operazione" da 120 milioni per sostituire Neymar con l'attaccante bianconero

Redazione Tiscali

"Messi e Dybala ora sono incompatibili". Parola del Ct dell'Argentina Jorge Sampaoli che punta tutto sulla "Pulce" e sacrifica l'attaccante della Juve. Ma la difficile convivenza tra i due campioni argentini che sta penalizzando l'Albiceleste (per ora è fuori dai Mondiali in Russia) poteva riproporsi anche nel Barcellona. I blaugrana erano decisi a strappare la "Joya" alla Juventus per sostituire Neymar passato al Paris Saint-Germain per la cifra record di 222 milioni. A mandare in fumo la trattativa tra il Barça e i bianconeri è stato Leo Messi. Secondo quanto riporta il sito spagnolo Diario Gol, la Pulce avrebbe chiesto al presidente Josep Maria Bartomeu di "non portare avanti l'operazione" con la Juve.

La Juve aveva chiesto al Barcellona 120 milioni

Alla fine i blaugrana hanno reinvestito parte dei soldi incassati dalla cessione di Neymar per acquistare Ousmane Dembélé dal Borussia Dortmund  per 147 milioni di euro (105 + 42 di bonus). Ma Paulo Dybala sarebbe costato meno. Sempre secondo Diario Gol, la Juventus aveva chiesto al Barcellona 120 milioni per l'argentino. "Il Barcellona era pronto a sostenere questo investimento e a proseguire la trattativa anche dopo la remunerativa cessione di Neymar, quando si è capito che a quel punto il bianconero sarebbe costato più caro. C'è stato però l'intervento di Leo Messi che ha chiesto di non portare avanti questa operazione".

"Leo non vole altri galli nel pollaio"

Ma perché Messi bocciò l'acquisto del suo connazionale? Il principale motivo è quella "similitudine" tra i due calciatori, denunciata dal Ct Sampaoli ("Al momento c'è solo un problema legato al fatto che Dybala e Messi sono troppo simili"). Ma secondo il quotidiano spagnolo, Messi non vorrebbe concedere spazio al "nuovo Messi". "Dybala vuole essere il numero uno della squadra, ma Leo non vuole altri galli nel pollaio", scrive la stampa spagnola.