Milinkovic-Savic sempre più caro: ora la Juve per averlo deve pagare 150 milioni

Marotta: "Costa troppo". Ma la trattativa va avanti e alla Lazio potrebbero andare Rugani e Pjaca. Il padre del campione serbo: "Juve squadra ideale"

Milinkovic-Savic sempre più caro: ora la Juve per averlo deve pagare 150 milioni
TiscaliNews

E' stato il migliore in campo nella sfida d'esordio della Serbia ai Mondiali contro il Costa Rica e ora il suo valore di mercato è lievitato. Sergej Milinkovic-Savic è sempre di più un uomo mercato per la gioia del presidente della Lazio, Claudio Lotito. Nel giro di pochi mesi le azioni del centrocampista serbo hanno avuto una crescita costante. A maggio il Manchester United aveva offerto 90 milioni, ma la Lazio aveva respinto la prima offerta valutando il giocatore 100 milioni. Ora il valore di mercato è salito a quota 150 milioni.

Marotta: "Costa troppo"

La cifra è elevata e l'unica squadra che attualmente può investire è la Juventus. Marotta ha incontrato Lotito agli inizi di giugno e avrebbero discusso di Milinkovic-Savic. Ma da allora l'ad bianconero ripete costantemente che "è troppo caro". Questo non vuol dire che la trattativa sia chiusa. Marotta sta cercando di inserire alcune contropartite tecniche per convincere Lotito. I giocatori bianconeri "sacrificabili" sono il difensore Daniele Rugani e il centrocampista croato Marko Pjaca, tornato a Torino dopo il prestito ai tedeschi dello Schalke 04. Il nome di Pjaca però è finito anche nella trattativa con il Valencia per portare a Torino il portoghese João Cancelo.

Il papà: "Juve squadra ideale"

La trattativa tra la Juve e Lazio potrebbe però sbloccarsi definitivamente grazie alla volontà dello stesso Sergej Milinkovic-Savic. Il giocatore non parla, ma il trasferimento ha ricevuto la "benedizione" del papà-allenatore Nikola Milinković. "La Juventus sarebbe la squadra ideale, perfetta per lui - ha detto il padre del giocatore -. A Torino, in una grande società prestigiosa e plurititolata come quella bianconera che da anni domina la scena, avrebbe la possibilità di crescere e migliorare ancora sino ad arrivare alla piena maturità".