Perotti regala alla Roma qualificazione e primo posto. Juve ok con Cuadrado e Bernardeschi

Redazione Tiscali

Missione compiuta: Juve e Roma conquistano gli ottavi di Champions League. I giallorossi superano il Qarabag per 1-0 e chiudono il girone del gruppo C al primo posto davanti a Chelsea e Atletico Madrid (che va in Europa League). Vince anche la Juve grazie al 2-0 ad Atene sull'Olympiacos, ma i bianconeri arrivano secondi nel girone nel gruppo D.

Perotti regala il primato alla Roma

La Roma batte gli azeri del Qarabag 1-0, torna dopo due anni a respirare l'aria d'élite del calcio che conta e lo fa addirittura da prima della classe, davanti a Chelsea e Atletico Madrid sui quali il 24 agosto tutti avrebbero scommesso. Una partita non bella, va detto subito, ma la posta in palio era tanto grossa da giustificare la prova a tratti incolore dei giallorossi. Dopo 45' senza sussulti e tiri in porta (tre in tutto, il più pericoloso sventato da Sehic al 48' su una staffilata di Nainggolan). Nella ripresa Perotti dedide la gara. All'8' percussione in area per Dzeko che tira addosso a Sehic, ma sul rimpallo l'argentino è bravo nel tap-in di testa a porta vuota.

Juve subito avanti con Cuadrado, Bernardeschi chiude i giochi

Con un secco 2-0 sull'Olympiacos la Juve vince e stacca di 4 punti nel girone lo Sporting Lisbona, battuto al Camp Nou dal Barcellona. In gol abbastanza presto - Cuadrado al 15' - per chiudere il conto ha dovuto aspettare fino all'89', quando Bernardeschi entrato da pochi minuti, ha firmato il raddoppio, con il suo primo centro in Champions League. Allegri ha avuto di che arrabbiarsi: troppi errori, superficialità e passaggi sbagliati hanno costellato la partita della Juventus, che ha lasciato tre palle-gol ai greci: due belle parate di Szczesny, una per tempo, e un incrocio dei pali di Ben Nabouhane, sull'1-0, hanno salvato la porta, per la quarta partita consecutiva (Barcellona, Crotone, Napoli e, oggi, Atene).