Sfida stellare italo-spagnola: la Juve affronterà il Real, la Roma il Barça

Quarti di finale duri per le squadre di Allegri e Di Francesco. Il Liverpool affronterà il Manchester City nel derby inglese. L'ultima sfida è Siviglia-Bayern Monaco

Redazione Tiscali

Nei quarti di finale di Champions League la Roma affronterà il Barcellona mentre la Juventus affronterà il Real Madrid. Gara d' andata a Barcellona con ritorno a Roma per la squadra di Di Francesco. Andata a Torino e ritorno a Madrid per la Juventus. E' derby inglese ai quarti di finale di Champions League: il Liverpool affronterà il Manchester City, con andata ad Anfield Road e ritorno all'Ethiad di Manchester. L'ultimo quarto è Siviglia-Bayern Monaco. In Europa League sorteggio favorevole per lLa Lazio che nei quarti di finale affronterà gli austriaci del Salisburgo.

Nedved (Juve): "Si parte sempre dallo 0-0"

"Incontriamo quelli forti, che hanno vinto per due anni di seguito, e stanno bene. A Parigi mi hanno impressionato, saranno due gare dure ma cercheremo di essere la Juve", aggiunge Nedved, che non teme l'effetto psicologico di Cardiff. "Non credo, ci sono due nuove partite", taglia corto l'ex Pallone d'Oro, convinto però che le difficoltà saranno notevoli, soprattutto ora che il Real è concentrato sulla  Champions. "Faranno di tutto per rivincerla, mentre noi avremo qualche difficoltà in più perché lottiamo su tre fronti, ma siamo pronti per affrontare questa parte di stagione". La Juventus, del resto, "sta attraversando un buon periodo - sottolinea Nedved -, dove alcuni giocatori sono in ottima forma.
Si è visto in campionato e col Tottenham, anche se abbiamo sofferto, siamo usciti con l'esperienza e la vecchia guardia". 

Totti (Roma): "Anche il Barcellona ci teme"

Per la Roma ha parlato lex capitano, ora dirigente, Francesco Totti. "Possiamo fare bene anche contro il Barcellona - ha detto Totti -. Certo sulla carta il Siviglia e il Liverpool erano quelle più abbordabili ma poi in campo è tutto diverso. Affronteremo il Barcellona da grande squadra ma sono certo che anche loro saranno preoccupati di affrontarci. Andremo là a fare la nostra partita e a far vedere che la Roma può far bene anche contro i blaugrana". "Tutti si aspettano il passaggio del turno del Barca ma si troveranno davanti una squadra molto competitiva - ha detto l'ex n.10 giallorosso -. Il calcio è bello perché può succedere tutto, soprattutto in questi momenti. Per vincere questa competizione devi sfidarle quasi tutte, poi giocare contro campioni come Messi, Suarez e Piqueè ti dà uno stimolo in più per fare meglio". Secondo Totti la Roma non parte battuta perché "siamo arrivati primi in un girone difficile, contro Chelsea e Atletico. Abbiamo affrontato lo Shakhtar che è una squadra molto forte, in questa Champions abbiamo fatto un cammino positivo, quindi il Barcellona avrà da sudare. Il gol di Florenzi da centrocampo contro il Barcellona? Spero che possa rifarlo ma non sarà facile". Poi una rivelazione: "La prova di Messi contro il Chelsea? Lo guardo sempre perché mio figlio Cristian è innamorato pazzo di lui - racconta Totti -, e conosce a memoria tutto quello che fa. L'ultima volta che l'ho sfidato gli ho chiesto la maglietta, anche perché io gli avevo mandato 5 mie magliette e me ne serviva una per mio figlio".

Peruzzi (Lazio): "Poteva andare peggio"

Sorride la Lazio che ha evitato sia l'Arsenal che l'Atletico Madrid. "Il Salisburgo? Non ho esultato, abbiamo visto il sorteggio mentre arrivavamo qui - ha detto Angelo Peruzzi club manager della Lazio -. Poteva andare peggio ma non è facile, il Salisburgo ha vinto con Marsiglia, Real Sociedad e Borussia. Sono una buona squadra, giovane, con bei giocatori. Ci sono buonissime squadre, noi cerchiamo di fare la nostra parte facendo bene dove andiamo giocare e arrivando più in alto possibile