Esplode la rabbia di Allegri: "Qui non si capisce la dimensione delle cose"

Dopo il 2-2 con il Tottenham il tecnico denuncia il clima di sfiducia che accompagna la Juve in Champions: "Le due finali giocate hanno fatto male a qualcuno"

TiscaliNews

Il pareggio per 2-2 contro il Tottenham complica l'avventura della Juve in Champions League. Ma a rendere di cattivo umore Allegri non è il risultato della gara d'andata degli ottavi di finali, ma il clima di sfiducia che accompagna la Juve in "formato europeo". "Se qualcuno pensava che la Juventus avrebbe vinto 4-0 era fuori strada - ha detto il tecnico bianconero -: bisogna avere rispetto per l'avversario, siamo in Champions League e forse le due finali giocate hanno fatto male a qualcuno". Il tecnico bianconero pur essendo "contento della prestazione della squadra", si scaglia contro "l'ambiente che si deprime per un pareggio" con il Tottenham.

"Non si capisce la dimensione delle cose"

Allegri si scalda al termine della partita, alza la voce, non si dà pace non per il risultato ma per l'aria che si respira intorno alla squadra dopo il pari. "Non si capisce la dimensione delle cose - ha detto il tecnico -, non accetto che un 2-2 deprima l'ambiente, sembra che si sia perso 8-0: servono dottori bravi, non uno, parecchi ma molto, molto bravi". Il calcio è così, "siamo passati dall'occasione del 3-0 al 2-1, abbiamo avuto il rigore del 3-1 e invece il Tottenham ha pareggiato per 2-2" ha aggiunto l'allenatore bianconero.