Higuain è d'oro: la Juventus si salva a Lisbona. Il Chelsea spreca, la Roma no: trionfo giallorosso

Higuain è d'oro: la Juventus si salva a Lisbona. Il Chelsea spreca, la Roma no: trionfo giallorosso
©Getty Images
di Sportal.it

Niente qualificazione anticipata per la Juventus, che a Lisbona vede le streghe per almeno un tempo prima di ringraziare il guizzo di Gonzalo Higuain che al 79’ pareggia la rete segnata da Bruno Cesar dopo 20’.

Il bel pallonetto del Pipita su invito di Cuadrado permette ai bianconeri di restare soli al secondo posto con 7 punti, tre in più rispetto ai portoghesi, in svantaggio negli scontri diretti e attesi, all’ultimo turno, dalla trasferta di Barcellona contro Messi e compagni, fermati a sorpresa sul pareggio dall’Olympiacos.

Juve sorpresa dal pressing asfissiante dei padroni di casa che per tutto il primo tempo tolgono fiato e idee alla squadra di Allegri, lenta, distratta in difesa e tradita dai giocatori più rappresentativi.

Va meglio il secondo tempo quando, complice il calo dello Sporting che spreca però un paio di contropiede molto insidiosi, la Juventus si accampa nella metà campo portoghese. Di occasioni vere ne arrivano però poche, Rui Patricio si supera una prima volta di Higuain, ma si arrende al secondo tentativo. Il sorpasso però non arriva.

 

Il Chelsea spreca, la Roma no: trionfo giallorosso

 

Dopo il 3-3 di Londra la Roma vive un’altra notte di gala in Europa, triturando per 3-0 il Chelsea all’Olimpico nella quarta giornata del gruppo C di Champions.

Il risultato permette alla squadra di Di Francesco di volare in testa al girone con 8 punti, uno in più degli inglesi e ben 5 più dell’Atletico di Simeone, in crisi nera dopo il pareggio interno contro il Qarabag.

Giallorossi bravi, concreti e fortunati in un primo tempo messo in discesa dal gol dopo 1’ di El Shaarawy, sulla prima disattenzione della difesa del Chelsea. La squadra di Conte però è in partita e domina buona parte della prima frazione, sbattendo contro le parate di Alisson, decisivo su Hazard. Poi Morata calcia alle stelle il pallone del pareggio e uno svarione di Rudiger apre la porta al raddoppio dello stesso El Shaarawy.

Il Chelsea si scioglie e scompare dal campo nel secondo tempo, tutto di marca giallorossa: una leggerezza di Fabregas facilita il tris di Perotti, poi Courtois evita il tracollo sullo stesso argentino e Manolas sfiora il poker.