Juve, fatica e gloria con lo Sporting. La Roma parte male ma col Chelsea è un grande pari

Era cominciata molto male per entrambe le squadre. Juve sotto con autogol, difesa giallorossa ballerina. Poi due grandi rimonte

Redazione Tiscali

Sembrava un'altra serata storta per gli uomini di Allegri, già reduci dalle battute di arresto in campionato. Lo sfortunato autogol al 12' del primo tempo da parte di Alex Sandro, su palla che dal corpo di Buffon gli era rimbalzata addosso in corsa, aveva complicato dalle prime battute la gara della Juventus in casa contro lo Sporting Lisbona. Invece i bianconeri hanno prima raddrizzato il risultato, poi raggiunto la vittoria. Strana partita, con la migliore Juve, quella del primo tempo, sotto di un gol (col tiro di Gelson di fronte a Buffon, la respinta e la carambola su Alex Sandro), poi giunti al pari con Pjanic al 29' su punizione imprendibile. Poi un secondo tempo difficile, a strappi, con la Juventus stanca, fino all'assist di Douglas Costa che al 84' ha smarcato Mandzukic, autore della rete della vittoria. Nel mezzo, un tentativo fallito di pochissimo da Higuain.

Roma, serata incandescente in casa del Chelsea

Giallorossi splendidi e spericolati contro gli uomini di Conte. Si mette subito male per Di Francesco e i suoi, con una difesa che balla paurosamente. Di Luiz, con la collaborazione di Juan Jesus, il destro dell'1-0 all'11'. Di Hazard, al 37', il raddoppio, propiziato da una deviazione che avvantaggia il belga. Un primo tempo che se ne va nerissimo, ancora di più se si considera che la Roma era partita molto bene, schiacciando i blues nella loro metà campo. Ma al 40' Kolarov accorcia le distanze. Poi è Dzeko show, con bolide imprendibile che sigla il 2-2 al 64'. Sei minuti dopo è ancora l'accoppiata Kolarov (assist) e Dzeko (gol di testa) ad andare a segno e far sbiancare Conte, preoccupatissimo. Cinque minuti dopo ancora Hazard blinda il risultato, ancora di testa. Poi è gran finale a viso aperto, con Dzeko e Rudiger che potrebbero assestare il morso velenoso negli ultimi minuti, ma le conclusioni di testa non vanno a segno. Finisce così una partita tiratissima.

Dzeko, doppietta in casa del Chelsea (Ansa)