La UEFA indaga, la Roma rischia

La UEFA indaga, la Roma rischia
©Getty Images
di Sportal.it

La Roma di Eusebio Di Francesco è uscita da Stamford Bridge con un punto in tasca, grazie al 3-3 contro il Chelsea di Antonio Conte.



A macchiare, parzialmente, l'impresa dei giocatori giallorossi, ci ha pensato la UEFA: nella mattina di venerdì, il massimo organo europeo ha aperto un'inchiesta contro il club capitolino, accusando i tifosi romani di aver intonato cori razzisti, in particolar modo dei versi da scimmia, che probabilmente, erano rivolti ad Antonio Rudiger, ex della sfida.



Gesto che aveva provocato dei fischi degli stessi supporters della Roma, ma per colpa di pochi adesso il club rischia seri problemi. La sentenza è attesa per il 16 novembre. Pochi giorni fa i tifosi della Curva Sud avevano intonato cori di 'discriminazione territoriale' nei confronti dei napoletani, durante la partita vinta dal Napoli di Maurizio Sarri per 1-0 grazie al gol di Lorenzo Insigne. Il fatto ha portato a una multa per la società di James Pallotta di 20.000 euro.