Real campione, Collina: "Rigore contro la Juve? Assegnato anche con il Var"

Il presidente Agnelli aveva contestato "l'imparzialità del designatore". Ora l'ex arbitro italiano replica: "Oliver avrebbe confermato la decisione presa"

Real campione, Collina: 'Rigore contro la Juve? Assegnato anche con il Var'
TiscaliNews

Il Real Madrid ha vinto la Champions League per la terza edizione di fila. Ma anche dopo la conquista de "La 13" (la 13esima coppa dalle grandi orecchie vinta dalle merengues) contro il Liverpool si parla ancora del rigore che decise la sfida di ritorno dei quarti di finale tra i futuri campioni d'Europa e la Juventus. In quella notte di coppa l'arbitro inglese Michael Oliver vide un fallo in area di Mehdi Benatia su Lucas Vazquez e fischiò il penalty, Cristiano Ronaldo tirò dagli undici metri ed eliminò la Juve.

Agnelli contro la "vanità" di Collina

Oltra al direttore di gara, definito da Buffon un "arbitro con un bidone dell'immondizia al posto del cuore", nel mirino della Juve finì Pierluigi Collina, designatore Uefa. "Qualche riflessione sul designatore e sulla sua vanità va fatta. Si va a colpire le squadre italiane per dimostrare l'imparzialità del designatore, che andrebbe cambiato ogni tre anni", il duro commento del presidente Andrea Agnelli.

"Oliver con il Var  avrebbe confermato la decisione presa" 

Collina ha atteso la fine della competizione e ha spiegato il suo punto di vista in una intervista al quotidiano spagnolo Marca. "Si parla tanto di episodi come il rigore di Real Madrid-Juventus, ma non è previsto l'utilizzo del VAR perché si tratta di una interpretazione dell'arbitro", ha spiegato l'ex arbitro italiano. "L'episodio fa ancora discutere sul piano tecnico a distanza di quasi due mesi. La discrezionalità dell'arbitro in una situazione come quella del contrasto Benatia-Lucas Vazquez diventa determinante. Probabilmente se Oliver avesse consultato il VAR, avrebbe confermato la decisione presa sul campo".