Dzeko implacabile: Shaktar a casa, la Roma vola ai quarti

Il bomber giallorosso non sbaglia in una partita delicatissima che si sblocca nella ripresa. Si veniva dalla sconfitta fuori casa dell'andata per 2-1

TiscaliNews

In Ucraina si era messa male. Sconfitta per 2-1. La Roma guidata da Eusebio Di Francesco ha ribaltato il risultato dell'andata e si è qualificata per i quarti di finale di Champions League. A decidere l'esito del doppio confronto contro lo Shaktar Donetsk è stato il solito Dzeko. Implacabile, in col al minuto 7 del secondo tempo.

Giallorossi tra i top team

È la quarta volta nella storia della Roma che si arriva fino ai quarti di finale del massimo torneo del grande calcio per club. Gara non spettacolare, a tratti molto tattica, poi essenziale. Contava vincere, contava non subire gol, l'undici di "DiFra" c'è riuscito alla  perfezione e ora sono tra i top team d'Europa, in corsa verso la finale. 

La svolta nella ripresa

Era cominciata malino, per la Roma, questa gara tattica, con poche accelerazioni e molti passaggi in orizzontale per tutto il primo tempo. Molto studio reciproco da parte delle due squadre, errori, conclusioni più pericolose degli ospiti ucraini ma poco precise. Prima metà del match da dimenticare. Poi la ripresa, con verticalizzazione di Strootman a pescare Dzeko lesto a mettere la palla fra le gambe del portiere dello Shaktar. Il bomber potrebbe fare tripletta, al 17' e al 22' del secondo tempo. Un errore di disimpegno degli ospiti porta ancora Dzeko a rendersi pericoloso, tanto che Ordets è costretto ad abbatterlo, meritandosi il rosso. Discussioni e proteste, un accenno di rissa. Che si spegne presto, come le residue speranze dello Shaktar Donetsk di riprendersi una qualificazione ormai persa.

Montella elimina Mourinho: passa il Siviglia

Grande sorpresa all'Old Trafford, dove il Siviglia di Vincenzo Montella si è imposto 2-1 sul Manchester United guadagnando un insperato accesso ai quarti di finale. Dopo lo 0-0 dell'andata in Spagna, i favori erano tutti per la squadra di Josè Mourinho, ma il Siviglia che in Liga stenta un po' è riuscito a imbrigliarne il gioco e nella ripresa ha colpito due volte in rapida successione, tra il 29' e il 33', sempre con il francese Ben Yedder. Troppo tardi, al 39', è arrivato il gol di Lukaku e lo United è fuori.