Finale da incubo per Donnarumma, ma arrivano le belle parole di Buffon

Due papere del portiere rossonero hanno favorito la vittoria per 4-0 della Juve nella finale di Coppa Italia. Buffon ha detto al suo "erede": "Hai solo venti anni"

di Redazione Tiscali Sport

In una porta c'era Gigi Buffon, nell'altra Gigio Donnarumma. Nella finale di Coppa Italia si sono affrontati il presente, che sta per diventare passato, del calcio azzurro e il futuro. Una serata magica per Buffon che ha alzato la coppa dopo il netto 4-0 della Juve sul Milan. Una serata da dimenticare per Donnarumma che ha gravi responsabilità su due dei quattro gol segnati dai bianconeri.

La "due papere" di Donnarumma

La prima "papera" sul secondo gol della Juve. Un potente tiro di Douglas Costa ha piegato le mani al portiere. Il tiro del brasiliano non è imparabile. Dopo due minuti la Juve ha calato il tris per un altro erroraccio del portiere rossonero. Su un colpo di testa non difficile di Kalinic, Donnarumma ha mancato la presa e Benatia in agguato non lo ha perdonato. "Due papere che nemmeno all'oratorio",il severo giudizio della Gazzetta dello Sport sulla prestazione del portiere del Milan.   

Buffon: "Hai solo venti anni"

Dopo il triplice fischio della finale di Roma, in tanti rossoneri hanno cercato di consolare Gianluigi Donnarumma. Ma nel momento del trionfo, suo e della Juve, Gigi Buffon ha pensato al suo giovane erede. Il portierone bianconero si è avvicinato a Donnarumma e gli ha sussurrato all'orecchio: "Hai solo venti anni".