Coppa Italia, il Verona non si ferma

Coppa Italia, il Verona non si ferma
©Getty Images
di Sportal.it

Il Verona continua il suo cammino in Coppa Italia, eliminando per 2-1 il Crotone al Bentegodi con una rete di Fossati nel primo tempo e il gol-vittoria del neoentrato Zuculini nella ripresa. Tra le due il momentaneo pareggio firmato da Nwankwo. Per il Crotone una doccia fredda che dovrà fare meditare i calabresi in vista dell’avvio del massimo campionato domenica sera a Bologna. Per l’Hellas di Pecchia una nuova conferma per il progetto di risalire immediatamente in serie A.

 

Primo tempo. Sei minuti di studio, quindi il primo angolo per l’Hellas: dalla bandierina Romulo, Pazzini trattenuto in area, l’arbitro lascia correre. Due più tardi lo stesso centravanti prova la battuta dal limite, il suo tiro è murato dai difensori calabresi. Il Verona spinge e trova la segnatura all’11: Fares, in sospetta posizione di fuorigioco (vibranti poi le proteste del Crotone), si vede respingere la deviazione da Cordaz, la palla finisce sui piedi di Fossati che infila la porta vuota per l’1 a 0 gialloblù. Ci si aspetta la reazione dei ragazzi di Nicola, invece è sempre l’Hellas a comandare: il Crotone non va al di là di due tiri dalla bandierina senza esito. 28’: Valoti centra dalla destra, stacca Fares ben appostato sul secondo palo ma, ostacolato, non riesce ad inquadrare la porta. Alla mezz’ora gran numero di Luppi sulla destra, centro pericoloso, palla in angolo, senza esito. L’Hellas controlla un Crotone che fatica a rendersi pericoloso e contrattacca con ficcanti incursioni a cui manca solo il tocco vincente. Ci prova Tonev a ravvivare la manovra calabrese, anche il suo tiro sbatte contro la retroguardia gialloblù. Negli ultimi minuti il Crotone guadagna metri, costringendo l’Hellas ad abbassare il baricentro. I calabresi conquistano una punizione da fuori, batte Barberis, la barriera devia in angolo, da cui nulla scaturisce. In due occasioni Di Roberto s’incunea sulla sinistra, nella prima è fermato per fuorigioco, sulla seconda guadagna un altro tiro dalla bandierina senza esito. Il Verona, ora, fatica ad uscire ma al 44’ un retropassaggio mette in azione Greco, lesto a centrare, Pazzini non ci arriva per un soffio. Due minuti di recupero e tutti negli spogliatoi.



Secondo tempo. Inizio di ripresa e primi cambi nel Crotone: dentro Nwankwo per Stoian e Rodhen per Capezzi. Ma è Romulo ad avere sulla testa la palla del raddoppio, il suo stacco è deviato in angolo da Cordaz. I gialloblù sembrano quelli d’inizio gara, guadagnano due angoli. I calabresi soffrono ma non mollano tant’è che al 7’ Fazzi costringe Nicolas alla prima deviazione in angolo. 8’: Tonev, di rimessa, spara alle stelle. Il Crotone spinge, costringendo il Verona sulla difensiva.  19’: il nuovo entrato Nwankwo scatta in profondità, tagliando fuori i centrali gialloblù, ed insacca per l’1 a 1. Pecchia corre ai ripari, inserendo Zuculini per Greco, quindi Ganz per Luppi. Il Verona esce dalla morsa, alzando il baricentro. Ora la gara è di nuovo equilibrata. 28’: Ganz si fa subito vedere con un centro basso che attraversa tutta l’area senza che nessun compagno riesca a trovare la deviazione vincente. 29’: botta di Valoti da fuori, palla a lato. 33’: Verona nuovamente in vantaggio, stavolta è il neo entrato Zuculini ad insaccare con un rasoterra su centro di Romulo per il 2 a 1. Ultimi cambi: dentro Nalini per Di Roberto nel Crotone, Wszolek per Valoti nell’Hellas. Finisce dopo 5 minuti di recupero: Verona batte Crotone 2 a 1.