La Juve prende il Toro per le corna: 4-0

La Juve prende il Toro per le corna: 4-0
di Sportal.it


JUVENTUS-TORINO 4-0

28’ Zaza (J), 51’ Zaza (J), 73’ Dybala (J), 82’ Pogba (J)



Secondo ‘derby della Mole’ stagionale su due vinto dalla Juventus: dopo il 2-1 del 31 ottobre scorso in campionato, la ‘Vecchia Signora’ defenestra i rivali cittadini del Torino agli ottavi di Coppa Italia, con un 4-0 tondo tondo facilitato anche dalla superiorità numerica per l’espulsione dell’ex Molinaro: decidono una doppietta di Zaza, la rete di Dybala e la punizione magistrale di Pogba. Le ‘Zebre’ sfideranno ai quarti la vincente tra Lazio e Udinese.



Allegri manda finalmente in campo Rugani dal primo minuto nel 3-5-2 in cui le uniche altre ‘riserve’ in campo sono i due attaccanti, Morata e Zaza. Ventura risponde con lo stesso modulo e affidandosi a Belotti-Maxi Lopez, con Quagliarella in panchina; in porta c’è Ichazo.



La gara si accende subito, con i bianconeri forsennati e i granata che resistono e non sono da meno. Cresce il nervosismo con il passare dei minuti e si accendono diverse scintille. Il primo ammonito è Zaza, che poi rischia grosso per una scivolata su Ichazo. Ed è proprio l’ex Sassuolo che apre le danze calciando al volo con il mancino su palla precisa in mezzo di Morata, defilato a sinistra. Fioccano i gialli, meno le occasioni (Zaza ci riprova da lontano in chiusura di primo tempo, Ichazo para facilmente). L’ammonizione di Molinaro al 35’ costa caro…



… perché al 50’, dopo una bella parata del portiere uruguaiano del Torino su Morata, l’ex della partita si vede sventolare in faccia il rosso per somma di cartellini per un’entrata su Lichtsteiner. Un minuto dopo la Juventus affonda, ancora con Zaza, che su calcio di punizione di Marchisio beneficia di un’indecisione di Glik e Gazzi, salta Moretti e scarica in rete: 2-0. Al 60’ l’unico squillo granata: Belotti si invola verso la porta di Buffon inseguito da Rugani, ma calcia sull’esterno della rete. Tocca poi a Dybala, entrato al posto del nervoso Zaza, cercare lo specchio, ma la palla termina di poco fuori. E poco dopo lo imita Morata con un destro a giro insidioso. La Juve spinge e il tris arriva, al 73’: Ichazo respinge su Alex Sandro, Morata riceve e appoggia all’argentino per il 3-0. All’82’ Pogba mette poi la ciliegina sulla torta con una punizione magistrale che vale il 4-0 e il passaggio del turno.