Il Milan affonda anche in Europa League: brutta sconfitta con il Rijeka

In Croazia i rossoneri perdono per 2 a 0. La qualificazione non è però compromessa

Il Milan affonda anche in Europa League: brutta sconfitta con il Rijeka
Redazione Tiscali

La riscossa dopo il pareggio beffa di Benevento non c’è stata. Il Milan affonda in Croazia dove viene battuto per due reti a zero dallo Rijeka. Prima sconfitta in Europa League che tuttavia non compromette né la qualificazione al turno successivo né il primo posto nel girone E. 

Gattuso scende in campo con il 3-5-2. Spazio alle seconde linee. In porta Storari al posto di Gigio Donnarumma, in difesa torna Paletta con Zapata e Romagnoli. Sulle fasce a spingere Calabria e Antonelli. A centrocampo Locatelli, Biglia e il giovane Zanellato. In attacco spazio al duo Silva e Cutrone.

La partita incomincia subito in salita. I croati passano al settimo minuto. Pulijic batte magistralmente una punizione dal limite dell’area e insacca alla sinistra di Storari. I rossoneri faticano a reagire. Sono lenti, stanchi e prevedibili. I croati dominano e trovano il meritato raddoppio all’inizio della ripresa con Mario Gravanovic con un tiro da dentro l’area di rigore.

Gli uomini di Gattuso provano a trovare una fiammata di orgoglio ma non c’è né la testa né le gambe. Brutta partita da archiviare il prima possibile. L’assenza di tanti titolari non basta a giustificare la grigia prestazione di oggi. Lunedì al sorteggio dei sedicesimi il Diavolo arriva da testa di seria. Tante le combinazioni favorevoli ma occhio al rischio Borussia. Per il Milan di questi tempi sarebbe un ostacolo insormontabile.