De Boer non dispera: "Con la Juve è tutto aperto"

De Boer non dispera: 'Con la Juve è tutto aperto'
©Getty Images
di Sportal.it

L’Inter crolla, ma Frank non perde la fiducia. L’inopinata sconfitta casalinga nella prima stagionale in Europa League contro l’Hapoel Be’er Sheva non mette solo in salita il girone, ma fa ricadere i nerazzurri nella crisi pre-Pescara, solo tamponata dalla sofferta rimonta dell’Adriatico.



La squadra di De Boer cede dopo un buon avvio e avrebbe anzi potuto perdere con un divario maggiore. Il tecnico olandese però prova a non disperare:

“Non è certo questo il modo per cominciare una manifestazione così importante – ha detto De Boer ai microfoni di Sky Sport al termine della partita – Dopo un inizio difficile dal 30’ la squadra mi stava piacendo, ma purtroppo come a Pescara dopo lo svantaggio ci siamo disuniti rischiando di subire altri gol”.



“Abbiamo giocato male solo nei primi 20’, poi la squadra si è ripresa e pur concedendo troppe occasioni all’avversario ha espresso un buon gioco, eccetto altri 10’ dopo il loro primo gol. Non posso però accettare che si reagisca così a uno svantaggio, nel calcio può succedere di subire un gol, non si deve perdere il controllo”.



Respinte le accuse di un eccessivo turnover (“In futuro avremo una squadra fissa, ma oggi mi sembrava una buona occasione per far giocare chi si era visto meno”), De Boer prova a salvare qualcosa dell’infausta notte europea e si dice speranzoso già per la gara contro la Juventus: “Sul loro primo gol c’era un blocco irregolare e Murillo era fuori dal campo. Comunque – ha concluso De Boer – penso che se crederemo in noi stessi e resteremo concentrati per 90’ domenica potremo creare dei problemi alla Juventus”.