La Roma crolla, poker del Lione

La Roma crolla, poker del Lione
©Getty Images
di Sportal.it

Il Lione abbatte la Roma per 4-2 nell'andata degli ottavi di finale di Europa League giocata al Parc Olympique. Dopo un buon primo tempo, la squadra di Spalletti accusa un netto calo fisico e crolla nella ripresa: i giallorossi vanno ancora ko dopo il derby in Coppa Italia e la partita contro il Napoli. Al ritorno all'Olimpico servirà un'altra Roma.



Buon primo tempo dei giallorossi, che passano immeritatamente in svantaggio all'8', quando Diakhabi, su punizione di Valbuena, punisce l'unica vera disattenzione della difesa capitolina. La squadra di Spalletti fa in ogni caso la partita, e crea occasioni in serie con Salah, Peres e Dzeko. L'1-1 è però rocambolesco:  al 20' lo scivolone di Diakhabi a centrocampo permette a Salah di involarsi verso l'area di Lopes, trafitto con un diagonale.



I padroni di casa perdono fiducia e subiscono l'iniziativa della Roma, che dopo le occasioni d'oro di Nainggolan e Strootman trovano il 2-1 al 33' grazie a un colpo di testa di Fazio su preciso cross di De Rossi. Finale di tempo più sofferto per l'undici giallorosso, ma Alisson è impegnato solo dalla distanza da Valbuena e Gonalons. 



Tutta le certezze costruite nel primo tempo si infrangono nella ripresa, totalmente dominata dal Lione. Tolisso riequilibra immediatamente il risultato con un missile da fuori area, poi Genesio azzecca il cambio, Mammana fuori per Fekir, che manda fuori giri la retroguardia capitolina: Alisson si supera su Valbuena e Gonalons, non può nulla al 74' quando il neo entrato si libera di tre avversari e con il sinistro lo trafigge sul palo più lontano.



Sotto 3-2, la Roma crolla fisicamente, Alisson tiene in piedi la squadra con tre miracoli su Valbuena, Lacazette e Tolisso ma al 93' subisce il poker da Lacazette, a segno con un grande tiro di controbalzo.