Roma eliminata dall'Europa League, Spalletti: "Forse sono io che porto s...a"

I giallorossi vincono per 2-1 e lasciano l'Europa, il tecnico: "Sono mancate scaltrezza e buona sorte". Poi spiega: "Al Lione ho detto 'siete pinocchi'"

Roma eliminata dall'Europa League, Spalletti: 'Forse sono io che porto s...a'
Redazione Tiscali

Una vittoria ottenuta col cuore che non evita l'eliminazione. Anche la Roma dice addio all'Europa League dopo il 2-1 dell'Olimpico sull'Olympique Lione, non sufficiente a ribaltare il 4-2 dell'andata in Francia. Per la squadra di Spalletti, uscita tra gli applausi del pubblico di casa, c'è adesso da voltare subito pagina.

"E' mancata un po' di scaltrezza e di buona sorte"

"Dobbiamo ripartire da questa prestazione, cercando di migliorare in alcune cose perché a volte siamo poco furbi - spiega il tecnico toscano -. Forse è mancata un po' di scaltrezza e di mestiere, e un po' di buona sorte. Non ci sono recriminazioni, forse sono io che porto sfiga a Roma. Nella somma delle partite si esce per delle ingenuità. In dei momenti ci perdiamo e siamo costretti buttare energie importante, ma la squadra complessivamente ha fatto una grande partita. Secondo me non è giusto, meritavamo di più, la squadra stasera ha fatto tutto quello che doveva fare e avrebbe meritato di passare il turno".

"Alla panchina del Lione ho detto solo 'siete pinocchi'"

L'ira del tecnico della Roma è esplosa nei minuti finali quando si è rivolto platealmente verso la panchina del Lione inveendo con frasi che sono state colte da un video che circola in Rete e dal quale si legge in parte il labiale del tecnico: "che branco di..." si capisce dalle immagini che su Internet alcuni completano con una offesa esplicita di natura omofoba. "Mi hanno detto qualcosa che non ho capito e io mi sono rivolto alla loro panchina dicendo: 'siete tutti dei pinocchi'", ha spiegato Luciano Spalletti a Roma tv, il canale ufficiale del club giallorosso.

"Erano sempre per terra, dovremmo introdurre il tempo effettivo"

Le parole d'elogio per la Roma lasciano poi spazio a quelle di tutt'altro tenore che Spalletti riserva agli avversari per l'atteggiamento tenuto in campo. "Vedere 10 giocatori che rimangano per terra a perdere tempo è una brutta immagine per lo sport, si vede che lo hanno fatto di proposito - sottolinea l'allenatore -. E' stata una roba che non capisco. Era evidente che bisognava ammonire prima, dovremmo introdurre il tempo effettivo".