Disastro Lazio: un'ottima ora di gioco, poi blackout ed eliminazione dall'Europa League

Incredibile epilogo della sfida contro gli austriaci: per tre quarti di gara i biancocelesti si impongono e segnano. Poi il crollo totale

Redazione Tiscali

Va a finire male. Malissimo, la partita che avrebbe definitivamente aperto la porta verso la semifinale di Europa League. Un incredibile blackout negli ultimi 20 minuti butta via quanto di buono fatto dagli uomini di Simone Inzaghi, capaci di passare in vantaggio con Immobile al 55', a giocare senza subire pericoli dal Red Bull Salzburg per tutto il primo tempo, e arrivata a questo match con in tasca il 4-2 dell'andata. Tosta, quadrata, capace di respingere gli urti degli avversari e di pungere a dovere, la Lazio della prima frazione svapora poco dopo.

Tutto a rotoli

La risposta con pareggio degli austrici arriva neanche due minuti dopo con Dabbur. Si spengono le luci e da quel momento i biancocelesti spariscono dal campo. Il Red Bull Salzburg lo vede e ne approfitta. Arrivano le reti Amadou Haidara al 72', di Hee-Chan Hwang al 74' e di Stefan Lainer 76'. Quattro minuti infernali che distruggono qualsiasi residua speranza europea degli uomini di Inzaghi.