Leo Bonucci non dimentica le origini

Leo Bonucci non dimentica le origini
©Getty Images
di Sportal.it

È in corsa per uno storico tris di successi stagionali ed è uno dei difensori più apprezzati e costosi del mondo: eppure Leonardo Bonucci continua a far parlare di sé in positivo anche fuori dal campo.



Dopo la bella immagine che ha visto il centrale bianconero al “Grande Torino” con il figlio Lorenzo, tifosissimo granata, per assistere a Torino-Sampdoria, Bonucci ha dimostrato di non essersi dimenticato delle proprie origini.



In un’intervista a 'Il Messaggero' il difensore di Juventus e Nazionale si è infatti soffermato sul tifo per la Viterbese, la squadra della propria città: 



"Riesco a seguirla anche grazie ai miei amici che mi aggiornano quotidianamente – ha detto Bonucci commentando il buon campionato dei gialloblù, che hanno ottenuto la qualificazione ai playoff da neopromossi - Sono contento che Viterbo stia tornando ai livelli che merita sotto il profilo calcistico, però mi piacerebbe anche vedere uno stadio pieno, come ai bei tempi quando non vedevo l'ora che arrivasse la domenica per andare in curva a tifare per i leoni gialloblù”. 



Le voci sul possibile disimpegno del presidente Camilli però preoccupano Leo: “Di consigli non devo darne, ha tantissima esperienza in questo mondo e quello che fa lo fa sempre con il cuore. Mi auguro che non lasci e continui a far sognare Viterbo e i viterbesi".