Playout Lega Pro, tutti i verdetti

Playout Lega Pro, tutti i verdetti
©Getty Images
di Sportal.it

Equilibrio ancora assoluto nel ritorno dei playoff di Lega Pro. Nessuna delle squadre chiamate a ribaltare i risultati dell'andata è riuscita nell'impresa, così il quadro delle ultime 6 retrocesse dopo Racing Roma, Ancona e Taranto, ultime classificate dei tre gironi nella stagione regolare, non regala sorprese, sancendo tre retrocessioni in virtù del piazzamento in campionato.



Quattro pareggi su sei gare contro i cinque dell'andata e se in gara 1 a esultare era stato il solo Catanzaro, capace poi di resistere al ritorno nel derby contro la Vibonese evitando la prima retrocessione in D della propria storia, questa volta la gioia della vittoria spetta al Fano di Agatino Cuttone che liquida il Forlì al "Mancini" nonostante ai granata sarebbe bastato il pareggio.



I romagnoli scendono dopo una sola stagione, al pari della stessa Vibonese e della Lupa Roma, che non riesce ad approfittare di una Carrarese in 10 per quasi un tempo, mentre dopo quattro anni torna in D il Tuttocuoio.



Finisce un'era a Lumezzane e a Melfi, club che perdono il professionismo rispettivamente dopo 24 e 14 anni. Salvo ripescaggi, di cui però Lupa Roma e Melfi non potranno godere avendone già usufruito nel 2016.



Risultati e marcatori. In maiuscolo i nomi delle retrocesse, tra parentesi l'esito dell'andata.



Girone A:

Carrarese-LUPA ROMA 1-0 (1-0) 

87' Tutino



Prato-TUTTOCUOIO 0-0 (2-2)



Girone B:

Teramo-LUMEZZANE 0-0 (1-1)



Fano-FORLÌ 2-0 (1-1)

22' Ferrani; 54' Filippini



Girone C: 

Akragas-MELFI 1-1 (0-0)

9' aut. Riggio (M); 78' Longo (A)



VIBONESE-Catanzaro 1-1 (2-3)

7' Basrak (C); 39' Bubas (V)