Spagna a rischio Mondiale, l'Italia spera

Spagna a rischio Mondiale, l'Italia spera
©Getty Images
di Sportal.it

Spagna a rischio Mondiale, Italia all'erta in attesa di sviluppi, che potrebbero anche essere clamorosi: secondo il quotidiano El Pais toccherebbe proprio agli Azzurri subentrare alle Furie Rosse in caso di esclusione. La presenza di Sergio Ramos e compagni in Russia è stata messa in discussione dalla Fifa. Stando a quanto riferito dallo stesso giornale, la Federcalcio iberica (FEF) ha infatti ricevuto un documento dal massimo organismo calcistico del pianeta in cui si avverte che le ingerenze del governo spagnolo potrebbero determinare la sospensione della federazione da membro dell'associazione calcistica internazionale: la conseguenza sarebbe l'esclusione da tutte le competizioni, compresa la prossima Coppa del Mondo.



A portare all’avvertimento da parte della Fifa è stata la proposta di ripetere le elezioni per la presidenza federale, tenutesi nel maggio scorso, avanzata dal Consiglio superiore dello sport (CSD). Recentemente, il CSD ha infatti presentato al Tribunale amministrativo dello Sport (TAD) un ricorso per la revisione, che è stato ammesso da questa corte. Inoltre, sulla base delle intercettazioni dell'Operazione Soule, il Tribunale amministrativo dello Sport ha emesso una risoluzione favorevole alla ripetizione dell'intero processo elettorale poi inviata al Consiglio di Stato, l'organismo che deve alla fine decidere se si terranno o meno nuove elezioni. In precedenza, il TAD aveva respinto l'impugnazione richiesta da Jorge Pérez.



Secondo la Fifa la posizione del CSD è un'ingerenza del governo che mette a rischio l'autonomia della Federazione ed è una grave violazione dei propri statuti, che porterebbe alla sospensione. "Ogni membro deve gestire i propri affari in modo indipendente e assicurare che non vi siano interferenze da parte di terzi nei loro affari", sentenzia l'articolo 13 dello statuto Fifa. 



Juan Luis Larrea, presidente della federcalcio spagnola, non l’ha presa bene: "Niente e nessuno escluderà la Spagna dal Mondiale. È qualcosa di impossibile. La Fifa vuole sapere cio che le serve e per questo è già prevista una riunione a scopo informativo con il ministro dell'Educazione Martinez e il presidente Fifa Gianni Infantino. Non succederà, cos'è, vogliono mandare l'Italia al nostro posto? Ci siamo conquistati i Mondiali sul campo, la Fifa lo sa". 



Anche il primo ministro Rajoy, nonostante tutto, non sembra avere dubbi: "La Spagna fuori dai Mondiali è uno scenario che non contemplo. Sono assolutamente convinto che la Spagna andrà in Russia e che ci andrà per vincerlo. Il ministro mi ha detto che non ha ricevuto alcuna comunicazione dalla Fifa, solo una richiesta per fissare un incontro".



Secondo la stampa peruviana anche la "Blanquirroja" potrebbe rischiare l’esclusione dal torneo che si giocherà in Russia.



C’è una proposta di legge in base alla quale la Federcalcio del Perù dovrebbe passare sotto il controllo di un organismo statale, un vincolo vietato dal regolamento Fifa.



In caso di ripescaggio la decisione sarebbe totalmente discrezionale, e l'Italia, che può vantare quattro titoli mondiali ed è la migliore seconda dei 9 gruppi europei a non essere qualificata, sarebbe probabilmente la favorita in caso di una sostituzione.