Napoli, esplode la pace tra Sarri e De Laurentiis: contratto e subito il mercato

Per il tecnico un rinnovo da 4 milioni di euro a stagione sino al 2021. Con il ds Giuntoli individuati gli obiettivi di mercato: Politano, Verdi e Bereszyński  

TiscaliNews

Dalle insistenti voci d'addio al rinnovo con un contratto da 4 milioni sino al 2021. Maurizio Sarri dovrebbe restare nella panchina del Napoli e rinunciare, per qualche anno ancora, all'esperienza in Premier League. Dopo le schermaglie delle ultime settimane il tecnico toscano ha incontrato Aurelio De Laurentiis. Secondo alcune indiscrezioni il presidente avrebbe convinto l'allenatore a restare accettando la richiesta di adeguamento dell'ingaggio. Sarri dovrebbe prendere quasi a 4 milioni annui (3 milioni più bonus Champions League) e cancellazione della clausola rescissoria da 8 milioni per lasciare il club.

Mertens e Jorginho sono "cedibili"

All'incontro ha partecipato anche il direttore sportivo Cristiano Giuntoli e, superato l'ostacolo del contratto di Sarri, si è parlato anche di calciomercato. Sarri ha chiesto una campagna acquisti adeguata per competere nella lotta scudetto e in Champions League. A differenza dell'estate del 2017, quando il presidente confermò tutti i campioni, questa volta alcune delle stelle azzurre saranno cedute. I nomi più "caldi" sono quelli di Dries Mertens e Jorginho, entrambi inseriti nella lista della spesa del Chelsea.

Gli obiettivi sono Politano, Verdi e Bereszyński  

De Laurentiis ha ribadito di voler puntare su calciatori che siano giovani e di prospettiva, vista la politica degli ingaggi. Gli obiettivi sono quelli del mercato di gennaio: l'attaccante del Sassuolo Matteo Politano e il fantasista del Bologna Simone Verdi. Sarri avrebbe poi chiesto Bartosz Bereszyński, difensore polacco della Sampdoria. Per sotituire Pepe Reina (già passato al Milan) si punterà tutto su Rui Patricio, il portiere dello Sporting Lisbona.