Roma avanti tutta verso la Champions ma con sofferenza. Incubo retrocessione per il Cagliari

I giallorossi vincono 1-0. Prova di carattere per i sardi che ora sono terzultimi. Pari del Napoli: allo scudetto della Juve manca solo la matematica

Roma avanti tutta verso la Champions ma con sofferenza. Incubo retrocessione per il Cagliari
TiscaliNews

La corsa della Roma verso un posto in Champions League continua. Dopo l’eliminazione in Europa da parte del Liverpool, i giallorossi battono il Cagliari 1-0 e restano la terzo posto con 2 punti in più della Lazio.

Decide la gara un colpo di biliardo di Under al 15esimo del primo tempo. Buio pesto per il Cagliari che dopo la sconfitta alla Sardegna Arena piomba al terzultimo posto con lo spettro della retrocessione che si fa sempre più insistente.

Eppure per la Roma non è stata una passeggiata come potevano far pensare i pronostici. I sardi hanno condotto una partita di rara intensità, dimostrando grande carattere e creando numerose occasioni da rete che solo l’imprecisione degli attaccanti di casa e le parate strepitose di Alisson hanno vanificato.

Tre punti d'oro in attesa della Juve

La squadra di Di Francesco, quindi, non brilla ma porta a casa tre punti preziosi per la corsa Champions che nella prossima stagione rappresenta prestigio e voglia di riscatto dopo la grande prova di quest’anno. Domenica sfida dal fascino intramontabile con la Juve che andrà all’Olimpico per festeggiare il suo settimo scudetto di fila. Poi trasferta con il già salvo Sassuolo.

Grande prova di carattere del Cagliari

Sempre più vicino l’incubo retrocessione per il Cagliari che contro la Roma sembra un’altra squadra rispetto a quella svogliata e inconcludente delle ultime giornate. Ma la voglia di dare il massimo non basta ai ragazzi di Lopez che dimostrano troppe lacune in fase di conclusione con Farias che sbaglia clamorosamente 2 reti. Per i sardi il calendario nella disperata corsa verso la salvezza non è benevolo. Prossimo turno con la Fiorentina e poi c’è l’Atalanta, 2 squadre in lotta per l’Europa League che venderanno cara la pelle.

Pari per il Napoli: allo scudetto della Juve manca solo la matematica

Il Napoli non va oltre il pareggio in casa con il Torino e la Juventus è virtualmente campione d'Italia. Il 2-2 del San Paolo consegna in pratica il settimo titolo consecutivo ai bianconeri, che ieri hanno sconfitto per 3-1 il Bologna. Il vantaggio della Juventus sul Napoli a due giornate dalla fine è di 6 punti ma la squadra di Allegri è nettamente avanti nella differenza reti (+16), che diventerà decisiva in caso di arrivo a pari punti visto il perfetto equilibrio negli scontri diretti. Manca quindi l'ufficialità, ma la Juventus può già festeggiare il 34esimo scudetto della sua storia (al netto dei due titoli revocati dopo i fatti di Calciopoli).

Le altre partite

Nelle altre gare della giornata, vittorie preziose per la lotta salvezza per il Chievo che batte il Crotone e la Spal che liquida il Benevento già retrocesso. Continua a stupire l'Atalanta che pareggia contro la Lazio e resta in lotta per l'Europa League. L'Inter travolge l'Udinese e vede la Champions. Importante successo della Fiorentina (che batte il Genoa) in chiave europea.